In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Biennale Arte di Venezia 2024 Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere dal 20 aprile al 24 novembre

La Biennale d'Arte di Venezia 2024: le mostre e gli artisti dei padiglioni, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le sedi espositive.

Prenotare taxi a Venezia Ti serve un taxi dall'Aeroporto a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Tratta Aeroporto - Venezia centro città su taxi condiviso: € 32 a persona. Arrivi all'Aeroporto e monti in taxi per Venezia.

Prenota un taxi condiviso da Venezia a Aeroporto

Tratta Aeroporto - Venezia centro città su taxi privato: € 160. Arrivi all'Aeroporto e monti in taxi per Venezia.

Prenota un taxi privato da Aeroporto a Venezia

Acquisto Biglietto Vaporetto Actv Venezia Biglietto Vaporetto Actv - Vieni a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Compra Biglietti Vaporetto Actv Venezia

Stesso prezzo Biglietteria: 1 singolo € 9,50; 24 ore € 25; 2 giorni € 35; 3 giorni € 45; 7 giorni € 65.

Biennale d'Arte 2019 a Venezia
60° Biennale Arte di Venezia - Giardini, Corderie, Arsenale - Città di Venezia

Mostra in corso dal 20 aprile al 24 novembre 2024

Notizie sulla 60° Biennale Arte di Venezia

– Leone d’Oro alla carriera per Anna Maria Maiolino, artista brasiliana (italiana di nascita), e a Nil Yalter, artista turca (residente a Parigi).
– I premi della 60° Biennale: Vincitore del Leone d'Oro è
– Due menzioni speciali sono state attribuite a .
Leone d’Oro per il miglior partecipante a .
Leone d’Argento per il miglior partecipante a .

Vai alla pagina dei Premi della Biennale di Venezia per leggere le motivazioni

– da sabato 20 aprile a domenica 24 novembre 2024, Esposizione Internazionale d�Arte dal titolo Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere, a cura di Cecilia Alemani, organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Roberto Cicutto. La pre-apertura avr� luogo nei giorni 17, 18 e 19 aprile, la cerimonia di premiazione e inaugurazione si svolger� il 20 aprile 2024.

– Sono 5 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Arte:

– Annunciati i progetti finalisti per

La 60� Biennale Arte di Venezia 2024

La 60° Biennale Arte aprirà al pubblico il 20 aprile. Ma il 17, 18 e 19 ci saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. La cerimonia di premiazione avverrà il giorno dell'apertura al pubblico.

Il titolo dell'edizione 60 della Biennale d'Arte è Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere.

La Mostra si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l'Arsenale, includendo 213 artiste e artisti provenienti da 88 nazioni. Sono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 nuove produzioni.

Curatrice della 60� Biennale Arte di Venezia 2024

L'edizione 2024 è curata da Adriano Pedrosa.

Adriano Pedrosa. Curatore della Biennale Arte di Venezia 2024



Leggi tutta la biografia del curatore della Biennale d'Arte di Venezia

Giuria della 60� Biennale Arte di Venezia 2024

Presidente della Giuria:

Catalogo della 60� Biennale Arte di Venezia

I volumi editi da La Biennale di Venezia sono acquistabili nei bookshop di Mostra e nelle principali librerie in Italia e all’estero.

Leggi tutto sul catalogo della Biennale d'Arte di Venezia

Il Padiglione Italia della 60� Biennale Arte di Venezia



Vai alla pagina del Padiglione Italia

Artisti e Nazioni partecipanti alla 60� Biennale Arte di Venezia

Gli artisti invitati sono 213 provenienti da 58 nazioni. Sono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 nuove produzioni.

Vai alla pagina con l'elenco degli artisti invitati alla 60° Biennale d'Arte di Venezia
 
In tutto saranno 88 le Nazioni partecipanti alla Biennale di Venezia nelle sedi dei Padiglioni ai Giardini, all'Arsenale e nel centro storico di Venezia.
 
Sono 4 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Arte: Repubblica del Benin, Etiopia, Repubblica Democratica di Timor Leste e Repubblica Unita della Tanzania. Nicaragua, Repubblica di Panama e Senegal partecipano per la prima volta con un proprio padiglione.

La 60° Biennale Internazionale d'Arte di Venezia presenterà come sempre le nazioni partecipanti nello spazio espositivo dei Padiglioni Nazionali ai Giardini e all'Arsenale; ma anche il centro storico di Venezia sarà in prima fila in una mostra che coinvolgerà tutta la città in un ordine sparso che elenca più di 50 sedi espositive.

Biennale College Arte

Biennale College è il progetto della Biennale di Venezia dedicato alla formazione e al supporto dei giovani in tutti i settori artistici e nelle attività proprie della struttura organizzativa della Biennale.

Sono stati annunciati i progetti finalisti per la 2° edizione di Biennale College Arte 2024.
Al bando di partecipazione hanno aderito oltre 150 giovani artisti/e emergenti under 30 provenienti da 37 paesi in tutto il mondo.

I quattro progetti finalisti sono stati presentati da i seguenti artisti:

Agnes Questionmark, Joyce Joumaa, Sandra Poulson, Nazira Karimi che potranno accedere a un contributo di 25.000 euro per la realizzazione del lavoro finale.

Le opere realizzate saranno presentate, fuori concorso, come parte della 60. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere, a cura di Cecilia Alemani.

Biennale Sessions Venezia

Anche quest'anno ritorna il progetto Biennale Sessions pensato per le Università, le Accademie e le istituzioni operanti nella ricerca e nella formazione nel campo delle arti e dell'architettura.
Il progetto si prefigge di facilitare le visite a gruppi di almeno 50 tra studenti e docenti fornendo assistenza per organizzare il viaggio e il soggiorno a Venezia; ma anche di organizzare seminari gratuiti alla Biennale.

Catalogo della Biennale d'Arte

Il catalogo ufficiale, dal titolo Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere, è composto di due volumi. Il Volume I è dedicato alla Mostra Internazionale a cura di Adriano Pedrosa. Il Volume II è dedicato alle Partecipazioni Nazionali e agli Eventi Collaterali.

Grafica e design firmata da Estudio Campo (Paula Tinoco, Roderico Souza, Carolina Aboarrage) di San Paolo del Brasile.

Partner e Sponsor

Partner: Swatch.
Main Sponsor: Illy Caffè.
Sponsor: American Express, Bloomberg Philantropies, Vela-Venezia Unica.
Ringraziamenti: Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP.

Tutti i Padiglioni esteri della 60� Biennale Arte di Venezia 2024 Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere

Tutti i Padiglioni nazionali della Biennale d'Arte di Venezia 2024: le mostre e gli artisti dei padiglioni, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le sedi espositive.

Padiglioni della Biennale d'Arte 2024 a Venezia Padiglioni esteri della 59° Biennale Arte di Venezia

Padiglione Albania Lumturi Blloshmi. Dall’inizio
Padiglione Arabia Saudita After Illusion  بعد   توهم
Padiglione Australia Desastres
Padiglione Austria Invitation of the Soft Machine and Her Angry Body Parts
Padiglione Azerbaigian Born to Love
Padiglione Brasile Com o coração saindo pela boca
Padiglione Bulgaria There you are
Padiglione Canada 2011 ≠ 1848
Padiglione Cile Turba Tol Hol-Hol Tol
Padiglione Danimarca We Walked the Earth
Padiglione Estonia Orchidelirium: An Appetite for Abundance
Padiglione Filippine Andi taku e sana, Amung taku di sana/All of us present, This is our gathering
Padiglione Finlandia Close Watch
Padiglione Francia Dreams Have No Titles
Padiglione Ghana è Black Star — The Museum as Freedom
Padiglione Germania Relocating a Structure
Padiglione Giappone Dumb Type New Work 2024
Padiglione Gran Bretagna Feeling Her Way
Padiglione Grecia Oedipus In Search Of Colonus
Padiglione Guatemala Inclusione
Padiglione Irlanda Gather
Padiglione Islanda Perpetual Motion
Padiglione Italia Storia della Notte e Destino delle Comete
Padiglione Lettonia Selling Water by the River
Padiglione Lussemburgo Faraway So Close
Padiglione Messico Hasta que los cantos broten
Padiglione Mongolia A Journey Through Vulnerability
Padiglione Paesi Nordici The Sàmi Pavilion
Padiglione Repubblica Araba Siriana The Syrians People: a common Destiny
Padiglione Spagna Correción
Padiglione Stati Uniti d'America Sovereignty
Padiglione Svizzera The Concert
Padiglione Ucraina Fountain of Exhaustion. Acqua Аlta
Padiglione Ungheria Dopo i sogni: ho il coraggio di sfidare i danni
Padiglione Uganda Radiance, They Dream in Time
Padiglione Uzbekistan Dixit Algorizmi. Il Giardino della Conoscenza
Padiglione Venezuela Tierra, País, Casa, Cuerpo

Eventi collaterali della Biennale d'Arte 2024 Stranieri Ovunque � Foreigners Everywhere

Tutti gli Eventi collaterali della Biennale d'Arte 2024: le mostre e gli artisti, le sedi espositive.

Sono 30 gli eventi collaterali in città della Biennale d'Arte 2024:


Giardni della Biennale d'Arte 2019 a Venezia Sede espositiva della Biennale Arte dei Giardini di Venezia

La sede dei Giardini rappresenta il nucleo della Mostra della Biennale fin dalla prima edizione che si tenne nel 1985. I Giardini della Biennale sono parte dei Giardini Napoleonici - l'altra parte è destinata a verde pubblico - realizzati tra il 1807 e il 1812 su progetto dell'architetto neoclassico Giannantonio Selva (1751 – 1819) demolendo le chiese di San Domenico e di Sant'Antonio.
La prima costruzione del Padiglione Centrale fu seguita dai Padiglioni Nazionali costruiti a partire dal 1907 i quai furono firmati da artisti e architetti riconosciuti nel panorama internazionale.
All'interno dei Giardini, a parte i numerosi padiglioni nazionali, si trovano anche monumenti dedicati a personalità della cultura e della politica dell'Otto e Novecento italiano.

Spazi espositivi dei Giardini della Biennale di Venezia

- Padiglione Italia
- 29 Padigioni Nazionali
- Padiglione Stirling o del Libro
- Biblioteca della Biennale con oltre 150 mila volumi

I Padiglioni nazionali furono tutti costruiti su iniziativa delle singole nazioni esponenti alla Biennale secondo il seguente ordine:

1907: Belgio (Léon Sneyers)
1909: Ungheria (Géza Rintel Maróti), restaurato da Benkhard Agosto nel 1958
1909: Germania (Daniele Donghi), demolito e riedificato nel 1938 (Ernst Haiger)
1909: Gran Bretagna (Edwin Alfred Rickards)
1912: Francia (Umberto Bellotto)
1912: Olanda (Gustav Ferdinand Boberg), demolito e riedificato nel 1953 (Gerrit Thomas Rietveld) 
1914: Russia (Aleksej V. Scusev)
1922: Spagna (Javier De Luque) con facciata rinnovata nel 1952 da Joaquin Vaquero Palacios
1926: Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca (Otakar Novotny)
1930: Stati Uniti d'America (Chester Holmes Aldrich e William Adams Delano)
1932: Danimarca (Carl Brummer) ampliato nel 1958 da Peter Koch
1932: Padiglione Venezia (Brenno Del Giudice), ampliato nel 1938
1934: Austria (Josef Hoffmann)
1934: Grecia (M. Papandréou - B. Del Giudice)
1952: Israele (Zeev Rechter)
1952: Svizzera (Bruno Giacometti)
1954: Venezuela (Carlo Scarpa)
1956: Giappone (Takamasa Yoshizaka)
1956: Finlandia (Padiglione Alvar Aalto)
1958: Canada (Gruppo BBPR, Gian Luigi Banfi, Ludovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti, Ernesto Nathan Rogers)
1960: Ex-magazzino della Biennale conferito all'Uruguay 
1962: Paesi Nordici: Svezia, Norvegia, Finlandia (Sverre Fehn)
1964: Brasile (Amerigo Marchesin)
1987: Australia (Philip Cox), riedificato nel 2015 (J.Denton, B.Corker, B.Marshall)
1995: Corea (Seok Chul Kim e Franco Mancuso)

Servizi dello spazio espositivo dei Giardini della Biennale di Venezia

- Bar
- Ristorante
- Bookshop
- Infopoint
- Servizio guardaroba gratuito
- Noleggio gratuito passeggino
- Fasciatoio
- Sono ammessi animali al guinzaglio di piccola taglia nell'area verde dei Giardini

Come raggiungere i Giardini della Biennale di Venezia

Da Piazzale Roma e dalla Ferrovia i Giardini della Biennale sud si raggiungono in vaporetto con le linee 4.1, 5.1, 6 (la più rapida), 1 con fermata Giardini.
Da Rialto si arriva in vaporetto con le linee 1 con fermata Giardini oppure 2 fino a San Marco e poi cambio linee da San Marco (vedi sotto).
Da Piazza San Marco si arriva in vaporetto con le linee 4.1, 5.1, 1 con fermata Giardini oppure a piedi lungo Riva degli Schiavoni in 15 minuti oppure con linea.

Sede espositiva della Biennale Arte dell'Arsenale di Venezia

L'Arsenale, in seguito a un progetto di recupero importante, iniziò a ospitare la Biennale d'Arte dal 1980; negli anni inoltre lo spazio dell'Arsenale si è ingrandito aggiungendo sempre maggiori spazi: il Teatro alle Tese e il Teatro Piccolo Arsenale (2000), il Giardino delle Vergini (2009), le Sale d'Armi (2015).

Spazi espositivi dell'Arsenale per la Biennale d'Arte di Venezia

- Padiglione Italia
- Padigioni Nazionali
- Corderie
- Teatro alle Tese
- Teatro Piccolo Arsenale
- Giardino delle Vergini
- Sale d'Armi
- Artiglierie
- Ponte dei Pensieri
- Isolotto
- Gaggiandre
- Fonderie e Comparto Bombarde

Servizi dello spazio espositivo dell'Arsenale di Venezia

- Bar
- Ristorante
- Bookshop
- Infopoint
- Servizio guardaroba gratuito
- Noleggio gratuito passeggino
- Fasciatoio
- Spazio allattamento e pappa
- Spazio famiglie
- Non è consentito l’accesso con animali

Come raggiungere l'Arsenale di Venezia

Da Piazzale Roma e dalla Ferrovia l'Arsenale sud si raggiunge in vaporetto con le linee 4.1, 1 e fermata Arsenale o a piedi da Riva degli Schiavoni e dai Giardini (linea 6) in pochi minuti a piedi.
Da Rialto si arriva in vaporetto con le linee 1 con fermata Arsenale oppure 2 fino a San Marco e poi cambio linee da San Marco (vedi sotto).
Da Piazza San Marco si arriva in vaporetto con le linee 4.1, 1 con fermata Arsenale oppure a piedi lungo Riva degli Schiavoni in 15 minuti oppure con linea.

Storia della Biennale d'Arte

Nel 1890 Riccardo Selvatico (1849 – 1901), commediografo e poeta italiano, allora appena eletto sindaco di Venezia (1890 – 1895), in sinergia con altri esponenti culturali come il politico Antonio Fradeletto, il pittore Mario de Maria (1852 – 1924), iniziò a definire il progetto di una mostra d'arte contemporanea a cadenza biennale che potesse conferire a Venezia una centralità nel mondo e nel mercato dell'arte mondiale.

Con il sindaco precedente Lorenzo Tiepolo, grazie all'attivismo del Fradelettto e dell'assessore alla pubblica istruzione Giovanni Bordiga, futuro fondatore dello IUAV (1926) e primo presidente della Biennale d'Arte a non essere sindaco della città (1849 – 1901), fu organizzata la prima Esposizione nazionale di pittura e scultura nel 1887; questo evento fu il detonante per la creazione della futura Biennale d'Arte di Venezia.

Il Consiglio Comunale, presieduto dal Selvatico, deliberò nel 1893 l'istituzione dellEsposizione Biennale Artistica Nazionale da inaugurare il 22 aprile 1894. Ma mancando la sede espositiva si decise per i Giardini Napoleonici dove fu eretto il Palazzo dell'Esposizione su progetto dell'architetto Enrico Trevisanato, e intervento in facciata neoclassica del pittore veneziano Marius De Maria. Il Palazzo fu prima chiamato "Pro Arte", poi Palazzo Italia.
Le porte della I Esposizione Internazionale d'Arte della città di Venezia, alla presenza dei sovrani Umberto I e Margherita di Savoia, aprirono finalmente il 30 aprile 1895 a un pubblico che subito si dimostrò vorace d'arte tanto che la prima edizione arrivò a segnare il numero incredibile di 224 mila visitatori.

Durante le prime edizioni, e poi in parte fino agli anni Novanta del XX secolo, i partecipanti stranieri furono ospitati a Palazzo Italia. I primi a costruire il proprio padiglione furono i belgi con l'architetto Léon Sneyers nel 1907. Seguirono l'Ungheria (1909), la Germania (1909), la Gran Bretagna (1909), la Francia (1912), la Russia (1914) prima della pausa forzata durante la Prima Guerra Mondiale che fece saltare le due edizioni del '16 e '18. Prima però il Fradeletto ebbe il tempo di far togliere un Picasso dal Padiglione Italia (1914), Salone Spagnolo, per evitare - secondo lui - di turbare il pubblico.

Informazioni utili per la visita

Orari: dal 23 aprile al 25 settembre dalle 11 alle 19. Dal 27 settembre al 27 novembre dalle 10 alle 18. Solo Arsenale fino al 25 settembre: venerdì e sabato apertura prolungata fino alle ore 20 (ultimo ingresso: 19.45). Chiuso il lunedì (tranne i lunedì 25 aprile, 30 maggio, 27 giugno, 25 luglio, 15 agosto, 5 settembre, 19 settembre, 31 ottobre, 21 novembre)
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. Biglietto intero in rete € 25.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia


Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati