In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Padiglione Bulgaro, Bulgaria alla 60° Biennale di Venezia

Il Padiglione Bulgaro, Bulgaria alla 60° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglion Bulgaro, Bulgaria alla 60° Biennale d'Arte 2024 a Venezia
Padiglione Bulgaro, Bulgaria della 60° Biennale d'Arte - Padiglione Bulgaria, Sala Tiziano at the Centro Culturale Don Orione Artigianelli, Fondamenta Delle Zattere Ai Gesuiti 919 - Venezia

(Foto:

Mostra in corso dal 20 aprile al 24 novembre 2024

La 60° Biennale Arte aprirà al pubblico il 20 aprile. Ma il 17, 18 e 19 ci saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. La cerimonia di premiazione avverrà il giorno dell'apertura al pubblico.

Il titolo dell'edizione 60 della Biennale d'Arte è Stranieri Ovunque - Foreigners Everywhere.

La Mostra si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l'Arsenale, includendo 213 artiste e artisti provenienti da 88 nazioni. Sono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 nuove produzioni.

Vai alla pagina della 60° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 60° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Brasiliano, Brasile alla 60° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione Bulgaro è The Neighbours.

Artisti: Krasimira Butseva, Lilia Topouzova and Julian Chehirian.
Curatori: Vasil Vladimirov.
Commissari: Nadezhda Dzhakova. 
Sede: Padiglione Bulgaria, Sala Tiziano at the Centro Culturale Don Orione Artigianelli, Fondamenta Delle Zattere Ai Gesuiti 919 - Venezia

Comunicato Stampa del Padiglione Bulgaria alla 60° Biennale di Venezia

he Neighbours è un'installazione multimediale interattiva che riporta alla luce i ricordi messi a tacere e sbiaditi dei sopravvissuti alla violenza politica durante l'era comunista in Bulgaria. Il progetto è stato realizzato da Krasimira Butseva, Lilia Topouzova e Julian Chehirian, ed è il risultato di 20 anni di ricerca storica e artistica. Vasil Vladimirov è il curatore del progetto nel contesto della partecipazione ufficiale della Bulgaria alla 60a Biennale di Venezia.

L’installazione ricrea parzialmente le case dei sopravvissuti in cui si sono svolti gli incontri e le conversazioni con loro. All'interno di questi spazi privati sono allestiti frammenti di interviste di storia orale condotte dagli artisti, registrazioni sul campo e video di due ex campeggi: Lovech e Belene.

Queste indagini etnografiche e storiche tracciano sia l'esperienza vissuta della violenza sia le profonde cicatrici lasciate dagli arresti e dalla prigionia. Il progetto presenta le conseguenze del deliberato silenzio di decenni di violenza statale e dell’assenza di memoria nella coscienza pubblica contemporanea. Costituisce uno spazio in cui testimoniare le persone etichettate come straniere all’interno dei confini della Bulgaria, in risposta diretta all’appello di Adriano Pedrosa ad analizzare il tema “Stranieri ovunque”.

Informazioni utili per la visita

Orari: dal 20 aprile al 30 settembre dalle 11 alle 19. Dal 1 ottobre al 24 novembre dalle 10 alle 18. Solo Arsenale fino al 30 settembre: venerdì e sabato apertura prolungata fino alle ore 20 (ultimo ingresso: 19.45). Chiuso il lunedì (tranne i lunedì 22 aprile, 17 giugno, 22 luglio, 2 settembre, 30 settembre, 31 ottobre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale.Biglietto intero in rete € 30.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.2728329
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia



Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati