In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Padiglione Filippino, Filippine alla 60° Biennale di Venezia

Il Padiglione Filippino, Filippine alla 60° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglion Filippino, Filippine alla 60° Biennale d'Arte 2024 a Venezia
Padiglione Filippino, Filippine della 60° Biennale d'Arte - Padiglione Filippine, Arsenale, Castello - Venezia

Mostra in corso dal 20 aprile al 24 novembre 2024

La 60° Biennale Arte aprirà al pubblico il 20 aprile. Ma il 17, 18 e 19 ci saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. La cerimonia di premiazione avverrà il giorno dell'apertura al pubblico.

Il titolo dell'edizione 60 della Biennale d'Arte è Stranieri Ovunque - Foreigners Everywhere.

La Mostra si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini e l'Arsenale, includendo 213 artiste e artisti provenienti da 88 nazioni. Sono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 nuove produzioni.

Vai alla pagina della 60° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 60° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Filippino, Filippine alla 60° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione Filippine è Sa Kabila Ng Tabing Lamang Sa Panahong Ito / Waiting Just Behind The Curtain Of This Age.

Artisti: Mark Salvatus.
Curatori: Carlos Quijon, Jr.
Commissari: National Commission for Culture and the Arts (NCCA) in partnership con Dipartimento degli Affari Esteri (DFA) e Ufficio del Senato, Presidente Pro Tempore Loren Legarda.
Sede: Padiglione Filippine, Arsenale - Venezia

Comunicato Stampa del Padiglione Filippino alla 60° Biennale di Venezia

Il Padiglione delle Filippine ha tenuto oggi il suo vernissage alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia e aprirà le sue porte al pubblico il 20 aprile 2024, presso le Artiglierie, Arsenale, Venezia, Italia, con il tema "Sa kabila ng tabing lamang sa panahong ito / Aspettando proprio dietro il sipario di questa epoca."

Il presidente del Senato Pro Tempore Loren Legarda, il visionario dietro la partecipazione delle Filippine alla Biennale di Venezia, ha guidato il vernissage insieme a Carlos Quijon Jr, il curatore; l'artista Mark Salvatus; Presidente Victorino Manalo della Commissione Nazionale per la Cultura e le Arti e Commissario del Padiglione delle Filippine; Console Generale Elmer Cato del Consolato Generale delle Filippine a Milano, Italia; e l'Ambasciatore Neal Imperial dell'Ambasciata delle Filippine a Roma, Italia.

Nel suo discorso di apertura durante il vernissage, Legarda ha sottolineato che la mostra esplora il significato culturale e spirituale del Monte Banahaw, un sito naturale e sacro protetto nelle Filippine, nel plasmare la coscienza e il paesaggio culturale filippini mentre approfondisce l'intricata relazione tra misticismo e misticismo. e modernità, esplorando i temi della tradizione, della fede e della resilienza.

"Consacrato dal Republic Act 9847 come area protetta nel 2009, il Monte Banahaw si erge come un santuario sia per la natura che per la cultura, alimentando diversi ecosistemi e fungendo da faro sia per i ricercatori spirituali che per i pellegrini. I suoi pendii testimoniano il flusso e riflusso di storia, poiché i movimenti religiosi e politici hanno trovato rifugio tra le sue vette e le sue valli verdeggianti", ha detto Legarda.

"Quando sveliamo il Padiglione delle Filippine alla 60a Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, rendiamo omaggio all'eredità duratura del Monte Banahaw e alla sua profonda influenza sul panorama culturale filippino", ha aggiunto Legarda.

Il senatore per quattro mandati, riconosciuto come vincitore del premio Dangal ng Haraya - Patrono delle arti e della cultura, ha sottolineato come le opere d'arte evocative di Salvatus e la cura perspicace di Quijon ci incoraggiano a esplorare l'intricata relazione tra natura, spiritualità e arte. Ha esortato tutti a riflettere sulle opere d'arte, a riflettere sulla nostra interconnessione con la natura e a celebrare lo spirito duraturo del Monte Banahaw e la creatività sconfinata del popolo filippino.

"Mentre ci meravigliamo della bellezza e della complessità delle opere d'arte esposte, riflettiamo anche sulle implicazioni più ampie della nostra interconnessione con il mondo naturale. Il monte Banahaw ci ricorda che non siamo semplici spettatori ma siamo anche partecipanti attivi nel web della vita, a cui è affidata la gestione del nostro pianeta e la preservazione dei suoi paesaggi sacri", ha affermato Legarda.

"L'arte riflette chi siamo come popolo. L'arte riflette la nostra anima. La cultura è il filo, l'elemento che ci lega come nazione. Non importa quanto siamo diversi e divisi", ha concluso Legarda.

Oltre alla mostra nel Padiglione delle Filippine, Legarda invita con orgoglio i visitatori a visitare la mostra principale, "Stranieri Ovunque - Foreigners Everywhere", curata da Adriano Pedrosa e con le opere di cinque artisti filippini: Pacita Abad, Anita Magsaysay-Ho, Nena Saguil , Joshua Serafin e Maria Taniguchi.

Il Padiglione delle Filippine, un progetto congiunto della Commissione Nazionale per la Cultura e le Arti (NCCA), il Dipartimento degli Affari Esteri (DFA) e la Presidenza Pro Tempore del Senato Loren Legarda, è aperto al pubblico dal 20 aprile a novembre 24, 2024 alle Artiglierie, Arsenale, Venezia, Italia.

 

 

Informazioni utili per la visita

Orari: dal 20 aprile al 30 settembre dalle 11 alle 19. Dal 1 ottobre al 24 novembre dalle 10 alle 18. Solo Arsenale fino al 30 settembre: venerdì e sabato apertura prolungata fino alle ore 20 (ultimo ingresso: 19.45). Chiuso il lunedì (tranne i lunedì 22 aprile, 17 giugno, 22 luglio, 2 settembre, 30 settembre, 31 ottobre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. Biglietto intero in rete € 30.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.2728329
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia


Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati