In Venice Today.com


In Venice Today.com





Padiglione Albanese, Albania alla 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione Albanese, Albania alla Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Albania Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione dell'Albania della 58° Biennale d'Arte - Arsenale - Venezia

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione dell'Albania della 58° Biennale D'Arte di Venezia

Il Titolo della mostra al Padiglione Albania sarà Maybe the cosmos is not so extraordinary.

Artista:
 Driant Zeneli
Curatore:
 Alicia Knock
Commissario: Ministry of Culture Republic of Albania

Comunicato Stampa

Albanian Pavilion Driant Zeneli

Come spingiamo i nostri confini fisici e mentali senza diventare supereroi? Il possibile e l'immaginario possono coesistere?
Al centro della ricerca di Driant Zeneli c'è la ridefinizione del fallimento, dell'utopia e del sogno. Attraverso la narrazione e la performance filmica, Driant Zeneli interroga l'ossessione umana con i propri limiti, tracciando risposte alternative alla fragilità degli esseri umani e il pianeta terra.
Sfida la relazione fisica e metafisica tra uomo e spazio, materia e sogno, gravità e controllo.

Forse il cosmo non è così straordinario (2019), è una scultura installazione video che si sviluppa su un progetto multidisciplinare intitolato Sotto una superficie c'è solo un'altra superficie iniziata nel 2015 a Metallurgjik, un complesso industriale distopico, a Elbasan, Albania.
Il progetto e il titolo derivano dal romanzo pionieristico di fantascienza Sulla strada per Epsilon Eridani (1983) del fisico e scrittore albanese Arion Hysenbegas.

L'installazione si sviluppa da un film a due canali ambientato nelle miniere di Bulqize, una città nel nord-est del paese, dove, dal 1918, è stato estratto il minerale di cromo. Il cromo rappresenta una risorsa chiave per lo sviluppo industriale dell'Albania e si scontra con i conflitti economici e politici nel Sud del mondo.
Il film narra di un gruppo di adolescenti di Bulqize alla scoperta di una capsula cosmica che segue il viaggio del cromo, dalla sua estrazione e lavorazione alla fabbrica fino alla sua esportazione e sfruttamento a livello mondiale.

Questo viaggio nello spazio "geopolitico" trasforma quindi questo ambiente industriale ombroso e drammatico in uno spazio ambivalente per il collasso e il decollo. Attraverso uno storytelling binario, una coreografia precisa di immagini e suoni, la fabbrica opera non solo come spazio industriale o hub geopolitico, ma come forza visiva performativa. L'estrazione del cromo si trasforma in un'immagine scultorea ipnotica e nel complesso la fabbrica si traduce quindi in una grande installazione leggera e "parallela", organicamente inserita nelle pareti dell'Arsenale.

In questo spazio produttivo e immersivo, Driant Zeneli intende creare una tensione tra una realtà sotterranea oppressiva e uno spazio utopico di possibilità e liberazione. Forse il cosmo non è così straordinario cerca di rivelare fisicamente la capacità dell'ordinario, anche nei suoi angoli più bui, di espandere la nostra esistenza.

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: aav@labiennale.org
Sito web: Biennale di Venezia

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati