In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Padiglione Macedone, Macedonia del Nord alla 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione Macedone, Macedonia del Nord alla 58° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Macedone, Macedonia del Nord Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione della Macedonia del Nord della 58° Biennale d'Arte - Palazzo Rota Ivancich, Castello 4421 - Venezia

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Macedone, Macedonia del Nord alla 58° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione della Macedonia del Nord è Subversion to Red.

Artista: Nada Prlja.
Curatore: Jovanka Popova.
Commissario: Mira Gakina.
Sede: Palazzo Rota Ivancich, Castello 4421 - Venezia
Web: North Macedonia Venice Pavilion

Comunicato Stampa Padiglione della Macedonia del Nord della Biennale Arte di Venezia

Il Padiglione della Repubblica di Macedonia del Nord presenta alla 58. Esposizione Internazionale d�Arte � La Biennale di Venezia il progetto Subversion to Red dell�artista Nada Prlja, a cura di Jovanka Popova in collaborazione con Tev� Logar e Artan Sadiku, commissionato da Mira Gakina, direttrice del Museo di Arte Contemporanea Skopje, e realizzato grazie al sostegno del Ministero della Cultura della Repubblica di Macedonia del Nord e grazie al generoso supporto di aziende e privati.

In relazione al tema May You Live In Interesting Times dato dal curatore Ralph Rugoff alla Biennale Arte 2019, il progetto Subversion to Red intende stimolare la ricerca di forme d�arte e di formazioni socio�politiche alternative, rivisitando in modo provocatorio concetti specifici e modelli sociali del passato, attraverso un�esposizione interdisciplinare dove convivono installazioni e pratiche performative, che danno forma visiva all�approccio teorico al contemporaneo dell�artista macedone.

In risposta alle questioni di Ralph Rugoff sulle condizioni attuali nel mondo, il progetto di Nada Prlja Subversion to Red incoraggia il ritorno a nozioni �dimenticate� di idealismo e ideologia, come forma di motivazione per la societ� contemporanea. Propone la rilettura e la de/ri-costruzione dei postulati della teoria marxista e del pensiero di sinistra, allo scopo di ritrovare una compatibilit� con la societ� di oggi, grazie all�approccio intrinsecamente sovversivo e provocatorio di una pratica artistica come mezzo capace di influenzare, in modo indiretto, la realt�.

La mostra, in dialogo con l�architettura di Palazzo Rota Ivancich, rilevante dal punto di vista storico e culturale, come riflesso di un�epoca in declino, evoca molteplici nuovi significati.
Il progetto espositivo include un�ampia variet� di metodologie e pratiche artistiche e extra artistiche, tra cui la performance live Red Discussion 2, incontro sperimentale che vede la partecipazione di pensatori e curatori contemporanei rilevanti nell�ambito delle pratiche transformative, fra i quali Charles Esche, Maurizio Lazzarato, Vlad Morariu, Chantal Mouffe, Laura Raicovich, Artan Sadiku, che cercheranno insieme di individuare e proporre strategie di uscita dall�attuale situazione di precariet� sociale, di sfruttamento e violazione dei diritti umani, definendo condizioni alternative agli �Interesting Times� in cui viviamo.

La mostra comprende inoltre l�installazione Subtle Subversion che reinterpreta e ridefinisce una serie di opere degli anni �60 storicamente significative per il loro approccio modernista, volto a sfuggire dalle rigorose regole del realismo socialista.

Gli esemplari sono stati selezionati dalla collezione del MoCA Museo di Arte Contemporanea di Skopje. Entrambi, collezione e museo, sono fondati sul concetto di �solidariet�, uno dei postulati chiave del �pensiero di sinistra� e fulcro delle aspirazioni del progetto dell�artista. Ricollegandosi al testo Soft Subversions di F�lix Guattari, il progetto espositivo e performativo di Nada Prlja, Subversion to Red non sostiene rivoluzioni radicali, al contrario suggerisce che i cambiamenti possono realizzarsi attraverso pratiche artistiche e la sovversione delle teorie, sposando il pensiero che tutte le cose siano connesse e amalgamate.

La mostra � accompagnata da un Artbook dal titolo Subversion to Red, disegnato dall�artista, che include saggi di noti teorici e curatori e una trascrizione da Red Discussion 1 con i contributi di Dave Beech, Hannah Black, Gail Day, Mark Fisher, Vlad Morariu e Nina Power (Calvert 22 Foundation, Londra).

Artista

Nada Prlja lavora principalmente con installazioni, performance e opere d�arte in spazi pubblici, affrontando le situazioni pi� complesse di ineguaglianza e ingiustizia sociale nel mondo, dalle questioni politiche a quelle economiche. I suoi lavori, utilizzando diversi media, sono complessi e stratificati, site specific o dipendenti da condizioni uniche, come esemplificano bene i progetti Advanced Science of Morphology, Marble Arch, London, 2006, Foreign Language for Beginners, 8� Manifesta, Murcia, 2010, Peace Wall, 7� Biennale di Berlino, 2012.

Le sue opere sono state esposte in musei, mostre e gallerie prestigiose, quali: Kunsthalle Krems, Krems, MoCA Skopje, White Cube, London, 5� Moscow Biennale (Film Program), Moscow, Palais de Tokyo, Paris, Lewis Glucksman Gallery, Cork, Hong-Gah National Museum, Taipei, 28� International Printmaking Biennale, Ljubljana. Zacheta National Gallery of Art, Warsaw. Si � laureata all�Accademia di Belle Arti di Skopje e ha il Diploma MPhil del Royal College of Arts di Londra. Vive e lavora fra Londra e Skopje.

Commissario

Mira Gakina direttrice del MoCA Skopje, curatrice e storica dell�Arte con PhD in Art Management. Curatela: Jovanka Popova curatrice presso il MoCA Skopje e il press to exit project space, Skopje. Collaboratore del curatore: Tev� Logar curatore indipendente ha curato il Padiglione della Slovenia alla Biennale Arte 2013 ed � stato Direttore di Field Research per NSK State Pavilion nel 2017.

Partecipanti al Red Discussion 2

Charles Esche direttore del Van Abbemuseum di Eindhoven, curatore e ricercatore. Maurizio Lazzarato sociologo, filosofo, ricercatore indipendente, editor di Multitudes.

Chantal Mouffe teorica e politica, Professoressa al Dipartimento di Politica e Relazioni Internazionali, Universit� di Westminster.

Vlad Morariu moderatore del talk, � curatore, ricercatore e lecturer all�Universit� di Middlesex.

Laura Raicovich scrittrice e ex presidente e direttrice del Queens Museum, New York.

Artan Sadiku ricercatore e teorico con PhD in Filosifia � il collaboratore alle teorie di Red Discussion 2.

La performance si svolge l�8 maggio alle 19.00 a seguire dell�Opening del Padiglione presso Palazzo Rota Ivancich. Orari:

Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.2728329
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia


Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati