In Venice Today.com


In Venice Today.com





Booking.com

Padiglione del Regno Unito della 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione del Regno Unito della Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Regno Unito Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione del Regno Unito della 58° Biennale d'Arte - Giardini dell'Arsenale - Venezia

(Foto: Cathy Wilkes, senza titolo, 2012. Media misti. Dimensioni variabili: Installazione di Cathy Wilkes, in mostra al MoMA PS1 dal 22 ottobre 2017 all'11 marzo 2018. Immagine per gentile concessione del MoMA PS1. Photo di Pablo Enriquez. Regalo della Speyer Family Foundation e della signora Saidie A. May (in cambio). Per gentile concessione dell'artista e del Modern Institute / Toby Webster Ltd, Glasgow)

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione del Regno Unito UK della 58° Biennale D'Arte di Venezia

CATHY WILKES RAPPRESENTA LA GRAN BRETAGNA ALLA 58° MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE - LA BIENNALE DI VENEZIA

Il British Council è lieto di annunciare che Cathy Wilkes è stata selezionata per rappresentare la Gran Bretagna alla 58. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia, presentando una grande mostra personale di apertura di nuovi lavori, l'11 maggio 2019, fino al 24 novembre 2019.

Dalla fine degli anni '90, Cathy Wilkes (1966, Dundonald, Belfast) con sede a Glasgow ha costruito una notevole reputazione per installazioni scultoree di intensità profonda e misteriosa, che spesso evocano interni e luoghi di perdita. Cathy Wilkes insiste sulla vita privata dell'artista e domanda come l'arte possa relazionarsi con l'esperienza umana. Il lavoro di Cathy Wilkes è tenero, intimo, autobiografico - ma universale, ispirando la scrittrice Laura McLean-Ferris per descrivere il recente sondaggio di Wilkes al MoMA PS1 di New York all'inizio di quest'anno come "questa magnifica mostra".

La feroce integrità del suo lavoro è ampiamente riconosciuta e, nel 2016, è stata insignita del primo premio Maria Lassnig - un prestigioso riconoscimento per il riconoscimento degli artisti di metà carriera.

Per ampliare l'accesso al lavoro internazionale per i professionisti delle arti visive del Regno Unito, il British Council ha creato per la prima volta un'opportunità per un curatore di metà carriera con sede nel Regno Unito per curare il Padiglione Britannico. Il British Council è lieto di annunciare che, in seguito a un processo di selezione di chiamata aperta, la dott.ssa Zoe Whitley, Curator International Art, Tate, è stata nominata a questa carica.

Emma Dexter, direttrice del British Council Visual Arts, commissario del British Pavilion e presidente del comitato di selezione del padiglione britannico, ha dichiarato: "Il British Council è lieto che Cathy Wilkes sia stata selezionata per rappresentare il Regno Unito alla Biennale Arte 2019. Cathy Wilkes ' Installazioni scultoree fortemente personali e personali, che evocano i rituali della vita quotidiana alludendo a interrogativi esistenziali al centro dell'esistenza umana, daranno vita a nuovi significati e atmosfere complesse all'interno della grande architettura domestica del Padiglione Britannico. Non ho dubbi che la sua mostra rappresenterà un contributo unico e potente alla Biennale Arte 2019. Siamo anche molto contenti che la dott.ssa Zoe Whitley lavorerà a fianco del British Council e dell'artista per contribuire a portare questo affascinante lavoro dell'artista al pubblico globale per La Biennale di Venezia. "

Hugh Mulholland, Senior Curator di The Mac, Belfast e membro del comitato di selezione del Padiglione britannico, ha dichiarato: "Cathy Wilkes è un'artista profondamente riflessiva; Al centro della sua pratica c'è il desiderio di dare voce a un mondo interiore, di comprendere la condizione umana e di affrontare un deficit emotivo al centro della società, una preoccupazione che non potrebbe essere più adatta all'attuale ordine mondiale. La sua presenza alla Biennale Arte 2019 è un adeguato riconoscimento dei suoi notevoli risultati fino ad oggi. "

Fiona Bradley, direttrice della Fruitmarket Gallery di Edimburgo e membro del comitato di selezione del padiglione britannico, ha dichiarato: "Sono lieto di aver fatto parte del comitato di selezione di quest'anno e di essere l'artista selezionato per Cathy Wilkes. Il lavoro di Cathy Wilkes è eloquente e coinvolgente, con un'intelligenza visiva senza compromessi che raggiungerà oltre i confini nazionali per attirare il pubblico eterogeneo per la Biennale Arte 2019. "

La dott.ssa Zoe Whitley, curatrice della Tate Modern e curatrice del British Pavilion alla Biennale Arte 2019, ha dichiarato: "È un privilegio e una responsabilità meravigliosa affidarsi alla cura del Padiglione britannico. Sono entusiasta di collaborare con Cathy Wilkes e il British Council in una capacità così unica; considerare, imparare e trasmettere il lavoro di un artista così significativo è una sfida eccitante. "

Amanda Catto, Head of Visual Arts, Creative Scotland, ha dichiarato: "I partner Scotland + Venice - Creative Scotland, National Galleries of Scotland e British Council Scotland - sono lieti di sapere che Cathy Wilkes è stata selezionata per rappresentare la Gran Bretagna alla Biennale Arte 2019. Cathy Wilkes è un'artista notevole, che crea un lavoro complesso ed emotivamente potente. Questo è un enorme riconoscimento per Cathy Wilkes e un'affermazione dell'eccezionale qualità dell'arte che si sta facendo oggi in Scozia ".

Suzanne Lyle, responsabile delle arti visive, Arts Council of Northern Ireland, ha dichiarato: "È così piacevole avere un artista del calibro di Cathy, con una connessione Irlanda del Nord, che rappresenta il Regno Unito alla Biennale Arte 2019. Il suo lavoro e il suo ruolo a Venezia sarà una fonte d'ispirazione per il ricco filone di artisti visivi di queste rive. La selezione di Cathy Wilkes da parte del British Council è il riconoscimento della sua eccellenza artistica; è meritato e le inviamo le nostre sentite congratulazioni ".

La 58. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia, che è la più importante presentazione globale di arte visiva, si svolgerà dall'11 maggio 2019 al 24 novembre 2019.

Il British Council è stato responsabile per il British Pavilion di Venezia dal 1937, esponendo il meglio degli artisti, architetti, designer e curatori del Regno Unito. Nel 2014 il British Council ha creato il programma Venice Fellowships per offrire a studenti, artisti e architetti l'opportunità di trascorrere un mese alla Biennale conducendo ricerche accanto alla mostra.

About Cathy Wilkes

Cathy Wilkes (nata nel 1966, Dundonald, Belfast, vive e lavora a Glasgow, nel Regno Unito) si è laureata alla Glasgow School of Art nel 1988 e ha completato il suo MFA all'Università di Ulster, a Belfast nel 1992.

Wilkes ha prodotto un corpus eccezionale e unico di lavoro che copre 25 anni, è ampiamente riconosciuta come uno degli artisti più influenti che lavorano nel Regno Unito oggi. Nel 2016, è stata la destinataria del premio Maria Lassnig e ha presentato la più grande mostra personale del suo lavoro fino ad oggi al MoMA PS1, New York (2017-2018).

Mostre personali selezionate includono: The Modern Institute, Glasgow (2016); Tate Liverpool, in tournée al LENTOS Kunstmuseum, Linz e Museum Abteiberg, Möenchengladbach (2015 - 2016); Tramway, Glasgow (2014); The Modern Institute, Glasgow (2012); 'I Give You All My Money', The Renaissance Society, Università di Chicago, Chicago (2012); Gesellschaft Fur AktuelleKunst, Bremen (2011); Carnegie Museum of Art, Pittsburgh (2011); Kunstverein, Munich (2011); Aspen Art Museum, Aspen (2011); e 'Mummy's Here', Studio Voltaire, Londra (2009).

Wilkes è stato nominato per il Turner Prize nel 2008. Ha rappresentato la Scozia alla Biennale Arte2005 come parte della mostra "Selective Memory" e ha partecipato a "The Encyclopedic Palace", parte della Biennale Arte 2013, a Venezia.

Le mostre di gruppo recenti selezionate includono: 13 ° Fellbach Triennial of Small-Scale Sculpture, Fellbach (2016); 'La grande madre', Palazzo Reale, Milano (2015); 'The Human Factor', The Hayward Gallery, Londra (2014); "The Encyclopedic Palace", Biennale Arte 2013, Venezia; "Studio 58: Women Artists in Glasgow Since WWII", Mackintosh Museum, Glasgow School of Art, Glasgow (2012); e "Abstract Resistance", Walker Arts Center, Minneapolis (2010).

A proposito del dott. Zoe Whitley

La dott.ssa Zoe Whitley è curatrice, International Art at Tate Modern. Recentemente ha co-curato l'acclamata mostra Soul of a Nation. Prima di entrare in Tate, è stata curatrice al V & A, avendo anche curato mostre negli Stati Uniti e in Sud Africa.

A proposito del British Council

Il British Council è l'organizzazione internazionale del Regno Unito per le relazioni culturali e le opportunità educative. Lavoriamo con oltre 100 paesi nel campo delle arti e della cultura, lingua inglese, istruzione e società civile. L'anno scorso abbiamo raggiunto direttamente oltre 65 milioni di persone e 731 milioni di persone, tra cui online, trasmissioni e pubblicazioni. Diamo un contributo positivo ai paesi con cui lavoriamo, cambiando le vite creando opportunità, costruendo connessioni e generando fiducia. Fondata nel 1934, siamo un'organizzazione benefica britannica governata dalla Royal Charter e un ente pubblico britannico. Riceviamo il 15% della sovvenzione di finanziamento dal governo del Regno Unito.

A proposito del British Council alla 58. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

Il British Council nomina un comitato di importanti professionisti dell'arte di tutto il Regno Unito per selezionare la rappresentazione britannica per la Biennale Arte ogni due anni. Per ulteriori informazioni visitare www.britishcouncil.org/venicebiennale

Membri del comitato di selezione del Padiglione britannico per il 2019

• Hugh Mulholland, Senior Curator, The Mac, Belfast
• Fiona Bradley, direttore della Fruitmarket Gallery di Edimburgo
• Sarah Munro, direttore, BALTIC Centre of Contemporary Art, Gateshead
• David A. Bailey, direttore del Forum internazionale dei curatori
• Joe Scotland, direttore, Studio Voltaire, Londra
• Katy Freer, responsabile delle esposizioni, Glynn Vivian Art Gallery, Swansea
• Anne Barlow, direttore artistico, Tate St Ives
• Martin Herbert, scrittore e critico
• Melanie Keen, regista, Iniva

Membri del panel di selezione dei curatori del British Pavilion per il 2019

• Chair: Emma Dexter, Director Visual Arts, British Council
• Gemma Hollington, Director Exhibitions, Visual Arts, British Council
• Sara Black, Senior Project Manager Venezia, British Council
• David A. Bailey, direttore del Forum internazionale dei curatori

Il British Council ha commissionato agli artisti di rappresentare la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia per celebrare il meglio dell'arte emergente e consolidata britannica dal 1937. Artisti che rappresentano la Gran Bretagna hanno incluso Henry Moore, Barbara Hepworth, Francis Bacon, Lucian Freud, Ben Nicholson, Anthony Caro, Bridget Riley, Richard Long, Frank Auerbach, Howard Hodgkin, Barry Flanagan, Anish Kapoor, Richard Hamilton, Rachel Whiteread, Leon Kossoff, Gary Hume, Mark Wallinger, Gilbert & George, Tracey Emin, Steve McQueen, Mike Nelson, Jeremy Deller, Sarah Lucas e Phyllida Barlow.

Informazioni su Creative Scotland

Creative Scotland è l'ente pubblico che supporta le arti, lo schermo e le industrie creative in tutte le parti della Scozia per conto di tutti coloro che vivono, lavorano o visitano qui. Permettiamo alle persone e alle organizzazioni di lavorare e sperimentare le arti, lo schermo e le industrie creative in Scozia aiutando gli altri a sviluppare grandi idee e darle vita. Distribuiamo i finanziamenti forniti dal governo scozzese e dalla lotteria nazionale. Per ulteriori informazioni su Creative Scotland, visitare www.creativescotland.com. Seguici su @creativescots ewww.facebook.com/CreativeScotland

Informazioni su The Arts Council of Northern Ireland

L'Arts Council of Northern Ireland è l'agenzia leader per lo sviluppo delle arti nell'Irlanda del Nord. È il supporto principale per gli artisti e le organizzazioni artistiche in tutta la regione, offrendo una vasta gamma di opportunità di finanziamento attraverso i suoi flussi di finanziamento di Exchequer e National Lottery.

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: aav@labiennale.org
Sito web: Biennale di Venezia


In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati