In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Biennale Teatro Venezia dal 15 al 30 giugno 2024

La Biennale Teatro di Venezia 2024: gli spettacoli e gli artisti, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le sedi.

Prenotare taxi a Venezia Ti serve un taxi dall'Aeroporto a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Tratta Aeroporto - Venezia centro città su taxi condiviso: € 32 a persona. Arrivi all'Aeroporto e monti in taxi per Venezia.

Prenota un taxi condiviso da Venezia a Aeroporto

Tratta Aeroporto - Venezia centro città su taxi privato: € 160. Arrivi all'Aeroporto e monti in taxi per Venezia.

Prenota un taxi privato da Aeroporto a Venezia

Acquisto Biglietto Vaporetto Actv Venezia Biglietto Vaporetto Actv - Vieni a Venezia? Prenota in anticipo e salta la coda!

Compra Biglietti Vaporetto Actv Venezia

Stesso prezzo Biglietteria: 1 singolo € 9,50; 24 ore € 25; 2 giorni € 35; 3 giorni € 45; 7 giorni € 65.

Tutte le esperienze prenotabili del Carnevale di VeneziaTutte le esperienze prenotabili del Carnevale di Venezia - Venezia

Le esperienze, le visite e i balli del Carnevale di Venezia. Biglietti disponibili: Balli nei Palazzi, Lezioni di Ballo settecentesco, Decora la tua maschera, Tour mascherati.

Biennale Teatro a Venezia
52° Biennale Teatro di Venezia - Corderie, Arsenale - Città di Venezia

(Foto: Aine E. Nakamura – vincitrice Biennale College Performance Site Specific. Foto di Aine E Nakamura / © AyakaFujii)

Rassegna in corso dal 15 al 30 giugno 2024

Notizie sulla 52° Biennale Teatro di Venezia

– Il 52. Festival Internazionale del Teatro va in scena dal 15 giugno al 1 luglio 2024, sui temi della rivitalizzazione, resurrezione, rinascita e libertà dell’essere umano.

– I premi della 52° Biennale: in pubblicazione.

La 52° Biennale Teatro di Venezia 2024

70 novità, tra prime assolute, europee, italiane; 41produzioni e coproduzioni, di cui molte commissionate;48 giorni di programmazione per i Festival di Teatro (15 giugno > 1 luglio), Danza (13 > 29 luglio), Musica (16 > 29 ottobre), che si estendono finoa 3 mesidi attività con le residenze dei giovani artisti di Biennale College. Si tratta di unintenso intervento della Biennale di Venezia nella produzione, la promozione e la documentazione della nuova creatività delle arti dal vivo,che vede quest’anno le nuove opere prodotte per e con la Biennale raggiungerela metà dell’intero programma.

Biennale Teatro

Il 51. Festival Internazionale del Teatro si svolgerà dal 15 giugno al 1 luglio 2024, con la direzione di Stefano Ricci e Gianni Forte: in cartellone spettacoli e appuntamenti con i protagonisti più importanti della scena teatrale contemporanea, oltre alle produzioni realizzate nell’ambito della Biennale College Teatro, il progetto formativo dedicato ai giovani artisti.

I colori del Teatro.Dopo Blue e dopo Rot, ecco Emerald. Il progetto quadriennale dei direttori Stefano Ricci e Gianni Forte (ricci/forte)per il 51. Festival Internazionale del Teatro (15 giugno > 1 luglio)si tinge di verde, evocando la città dei prodigi del paese di Oz, Emerald City e invitando il pubblico a un viaggio nello stupore.

“Questa nuova edizione del Festival, piattaforma di una resistenza politica e poetica, continuer0à a difendere l’idea che il Teatro, l’Arte e la Cultura debbano salvaguardare la loro missione di servizio pubblico; sarà un laboratorio ipnotico e vibrante di creazione scenica, riferimento essenziale come avamposto di utopie eroiche e meraviglie rivoluzionarie, e si drappeggerà in verde emerald, il cui orizzonte simbolico starà ad indicare il momento di un cambiamento profondo, di una trasformazione, di un passaggio ad una nuova fase della vita: la rigenerazione dopo l'inverno, la rivitalizzazione, la resurrezione, la rinascita e la libertà dell’essere umano. Celebreremo così un risveglio di primavera anche per il Teatro, investito ora più chemai a stimolare la fantasia, l'immaginario dello spettatore”.

(ricci/forte)

Il 51. Festival Internazionale del Teatro prosegue nella scelta di coltivare i processi creativi, non limitandosi a selezionarne solo gli esiti, assicurando continuità e prospettive a progetti anche pluriennali di registi, autori, performer. Progetti nati attraverso Biennale College e articolati in studi, laboratori, fasi di preparazione complesse e di sedimentazione fino a giungere a maturazione completa nella loro versione scenicaper il palcoscenico della Biennale. Così Giacomo Garaffoni con Federica Rosellini e Tolja Djokovic insieme a Fabiana Iacozzilli, autori e registe della nuova generazione, dalla mise en lecture dello scorso anno approdano oraalla realizzazione scenica rispettivamente di Veronica e di En Abyme. Gaetano Palermoelaborerà nel corso della stagione Swan, performance pensata per gli spazi all’aperto di Venezia,liberamente ispirandosi alla celebre Morte del cigno,mentreMorana Novosel, regista e performer croata,lavoreràa un’altra performance site specific, Fluid Horizons, prendendo le mosse dal pessimismo ambientale delDark Mountain Manifesto.Valerio Leoni, regista, attore e drammaturgo romano, sta sviluppando dallo scorso anno il progetto intitolatoCuspidi, di cui firma testo e messinscena. L’attrice e drammaturga Carolina Balucani vedrà la mise en lecture del suo nuovo testo Addormentate ad opera di Fabrizio Arcuri, al pari diStefano Fortin, autore diCenere, la cui mise en lecture sarà curata da Giorgina Pi.

Accanto alla creatività delle nuove generazioni, che registra i mutamenti in atto, il Festival scopre artisti, registi e compagnie, ancora poco frequentati, che sfidano le nostre abitudini percettive: come Mattias Andersson, passato dal dinamico Backa Teater alla testa dello storico Teatro Reale di Stoccolma, autore e regista, vincitore del Premio Ibsen nel 2007; o come Boris Nikitin, attore, autore oltre che regista di base a Berna ma di ascendenze ucraino-franco-ebraiche; o ancora come Bashar Murkus e il Khashabi Ensemble, un teatro palestinese indipendente creato all’interno dello Stato di Israele, ad Haifa; e anche come l’artista e fotografa Noémie Goudal in connubio con la regista Maëlle Poésy.E poi compagnie che incarnano le tendenzedi questi ultimi anni, che hanno accelerato la dissoluzione di tutte le convenzioni, attraversando i confini e le aree di contiguità delle forme dello spettacolo e offrendo uno sguardo penetrante sul nostro vivere quotidiano: da El Conde de Torrefiel a FC Bergman, premiati con il Leone d’argento. A loro si affiancano nomi consolidati come quelli di Romeo Castellucci, che attraversa generi e pubblici con le sue performance simboliche e visionarie; del pluripremiatoTiago Rodrigues, da quest’anno direttore del Festival di Avignone, che scuote gli spettatori confrontandoli con dilemmi etici; e di Armando Punzo, Leone d’oro alla carriera, regista radicale, che pone l’azzeramento del teatro come condizione per ritrovarne il senso oltre il mestiere, dando una forza e un’evidenza fisica sconosciute ai suoi spettacoli, da quando nel 1987 inizia a lavorare con il gruppo di detenuti-attori nel carcere di Volterra.

Il programma si completa con il ciclo di masterclass, dove le esperienze possano essere trasmesse e confrontate e il processo creativo possa trovare strumenti e tempi diversi. Attori, performer, danzatori, drammaturghi, cantanti, video artisti, registi, giornalisti, scrittori, studiosi avranno come Maestri Armando Punzo, Andrea Porcheddu, Monica Capuani e Francesco Morosi, FC Bergman, Davide Carnevali, Francesco Micheli con Ron Howell e Davinia Rodriguez, Angélica Liddell, Romeo Castellucci.

Il bando di Biennale College – masterclass è on line all’indirizzo: www.labiennale.org/it/biennale-college fino al 16 aprile.

Programma della Biennale Teatro 2024

GIOVEDÌ 15 GIUGNO

ore 20.00: Arsenale – Teatro alle Tese

ARMANDO PUNZO (IT) Naturae(100’)

regia, drammaturgiaArmando Punzo
con
Armando Punzo, Andrea Salvadori, Ciro Afeltra, Saverio Barbera, Francesco Bellingheri, Daniel Chukwuka, Paul Andrei Cocian, Antonio Iazzetta, Nicola Bella, CukaIsmet, Lucio Di Iorio, Armando Di Puoti, HamadiRezeg, Antonio Lanzano, NikKodra, UrimLaci, Li JinJie, TarekOmezzine, Marian Petru Iosif, Alessandro Ventriglia, Giovanni Fontana , Waychey Tony, Marco Mario Gino Eugenio Marzi, Isabella Brogi, Gaetano Spera, Romeo ErdeiBogdan, Fabio Prete, Domenico Prospero, Fabio Valentino, Adrian Saracil, Malaj Cino, Stefano Vezzani, Nezhaj Arion, Paolo Brucci, Francesca Tisano, Elisa Betti, Giulia Guastalegname, Tommaso Vaja, Luca Dal Pozzo
musiche originali, disegno sonoro Andreino Salvadori
scene Alessandro Marzetti, Armando Punzo
costumi 
Emanuela Dall’Aglio
movimenti 
Pascale Piscina
aiuto regia Laura Cleri
assistente alla regia
Alice Toccacieli
aiuto scenografo 
Yuri Punzo
assistente agli allestimenti
Luisa Raimondi
direzione tecnica
Carlo Gattai
disegnoluci Andrea Berselli 
sound engineering
Alessio Lombardi
direzione organizzativa, cura dei progetti
 Cinzia De Felice
coordinamento attività centro nazionale teatro e carcere Eva Cherici produzione Carte Blanche/Compagnia della Fortezza
con il sostegno di
MIC – Ministero della Cultura, Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra,  ACRI – Associazione  di Fondazioni e di casse di Risparmio Spa,  Comune di Volterra, Ministero della Giustizia - Casa di Reclusione di Volterra
main sponsor Locatelli Saline di Volterra.

VENERDÌ 16 GIUGNO

ore 18.00: Arsenale – Teatro alle Tese

ARMANDO PUNZO (IT) Naturae(100’)

Replica

ore 20.00 Arsenale – Tese dei Soppalchi

BIENNALE COLLEGE TEATRO – REGISTI Valerio Leoni (IT)
vincitore Biennale College Teatro – registi under 35 2022-2024
Cuspidi prima ass.

regia, drammaturgia Valerio Leoni
con Sara Giannelli, Sofia Guidi, Francesco Jacopo Provenzano
cura drammaturgica e del movimento
Antonio Tagliarini
costumi Gianluca Sbicca
scene
Federica de Tora
disegno luci
SanderLoonen
digital design
BoydBranch
visual art
Martina Carbone, Giulia Vietti
composizione e disegno sonoro
Davide Umbrello
assistente alla regia Davide Ventura
con il supporto di
Labirion Officine Trasversali, Coventry UniversityFaculty of Fine Arts and Humanities
produzione
La Biennale di Venezia

SABATO 17 GIUGNO

ore 12.00: Ca’ Giustinian – Sala delle Colonne

ARMANDO PUNZO – LEONE D’ORO ALLA CARRIERA
FC BERGMAN – LEONE D’ARGENTO
Cerimonia di consegna del Leone d’oro alla carriera e del Leone d’argento
segue conversazione con Armando Punzo, FC Bergman modera Andrea Porcheddu

ore 18.00: Arsenale – Tese dei Soppalchi

BIENNALE COLLEGE TEATRO – REGISTI
Valerio Leoni (IT)
vincitore Biennale College Teatro – registi under 35 2022-2024

Cuspidiprima ass.
replica

ore 20.00: Marghera – Zona Industriale

FC BERGMAN (BE)
Het Land Nod(95’) prima it.
La terra di Nod

di
FC Bergman: Stef Aerts, JoéAgemans, Bart Hollanders, Matteo Simoni, Thomas Verstraeten, Marie Vinck
conStef Aerts, JoéAgemans, Geert Goossens, Bart Hollanders, Thomas Verstraeten, Marie Vinck, Matteo Simoni
disegnosonoro
Diederik De Cock
in collaborazione con
FC Bergman
disegnoluci
Ken Hioco
in collaborazione conFC Bergman
costumiMonique van Hassel, Erna Var Goethem, Christiane de Feyter
luci
DiederikSuykens
produzione
Celine van der Poel
suono
Steven Bontinck
scene
Dominique Geentjens, Friedemann Koch, Ward Vandenbossche 
produzione
Toneelhuis
con il sostegnodiPHLIPPO Productions, AGFA Graphics, Koninklijk Museum voorSchoneKunstenAntwerpen (KMSKA)  

DOMENICA 18 GIUGNO

ore 20.00: Marghera – Zona Industriale

FC BERGMAN (BE)
Het Land Nod(95’) prima it.
replica

MARTEDÌ 20 GIUGNO

ore 20.00: Teatro Piccolo Arsenale

GIACOMO GARAFFONI / FEDERICA ROSELLINI(IT)
Veronica prima ass.

di Giacomo Garaffoni
regia Federica Rosellini
performers Serena Dibiase, Nico Guerzoni, Nunzia Picciallo, Elena Rivoltini, Federica Rosellini
sound direction
Nicola Ratti
contributi sonori
Martina Ruggeri
scenografia
Paola Villani
costumi Simona D’Amico
disegno luciSimona Gallo
aiuto regista Elvira Berarducci
 produzioneLa Biennale di Venezia, LVF - Teatro Manini di Narni

MERCOLEDÌ 21 GIUGNO

ore 18.00: Teatro Piccolo Arsenale

GIACOMO GARAFFONI / FEDERICA ROSELLINI(IT)
Veronica prima ass.
replica

ore 20.00: Arsenale – Teatro alle Tese

MATTIAS ANDERSSON (SE)
Vi Som Fick Leva Om Våra Liv (150’) prima it.
Noi che abbiamo vissuto le nostre vite di nuovo

diMattiasAndersson
con
AdelDarwish, YlvaGallon, Electra Hallman,RasmusLindgren, Marie Richardson, Magnus Roosmann, NemanjaStojanović, KjellWilhelmsen, Nina Zanjani
scenografia e costumi
Maja Kall
coreografia
Cecilia Milocco
luci
Charlie Åström
suono e musica Jonas Redig
trucco
JosefinEkerås
drammaturgia
Stefan Åkesson, Irena Kraus
produzione
BackaTeater, Dramaten– The RoyalDramaticTheatre

GIOVEDÌ 22 GIUGNO

ore 18.00: Arsenale - Teatro alle Tese

MATTIAS ANDERSSON (SE)
Vi Som Fick Leva Om Våra Liv (150’) prima it.
replica

ore 21.30: Arsenale – Tese dei Soppalchi

PAOLO GISBERT e TANYA BEYELER / EL CONDE DE TORREFIEL (ES)
La Plaza (90’)

ideazioneElConde de Torrefiel
in collaborazionecon i performer
Gloria March Chulvi, Albert Pérez Hidalgo, MónicaAlmirallBatet, Nicolas Carbajal, Amaranta Velarde, David Mallolse
con
Alessandra Festa, Danila Gambelotta, Edoardo Fumagalli, Elisa Michelini, Natalia Di Cosmo, Pierandrea Rosato, Raffaella Menchetti, Valentina Rotta
regia
TanyaBeyeler, Pablo Gisberttesto Paolo Gisbert
scenografia
ElConde de Torrefiel, Blanca Añón
costumi
Blanca Añóne performer
disegno luci Ana Rovira
sound design
Rebecca Praga
produzione
Kunstenfestivaldesarts (Bruxelles), ElConde de Torrefiel, Alkantara& Maria Matos Teatro (Lisbona), Festival d’Automne& Centre Pompidou (Parigi), Festival GREC (Barcellona), Festival de Marseille, HAU HebbelamUfer (Berlino), Mousonturm Frankfurt amMain, FOG Triennale Milano PerformingArts, Vooruit (Ghent), WienerFestwochen (Vienna), Black Box Theater (Oslo), ZurcherThetaerspektakel (Zurigo)
con il sostegno di
Zinnema (Bruxelles), Festival SÂLMON, Mercat de lesFlors and ElGraner - Centre de Creació, Barcelona, Fabra i Coats, centre de creació Barcelona

VENERDÌ 23 GIUGNO

ore 18.00: Arsenale – Tese dei Soppalchi

PAOLO GISBERT e TANYA BEYELER / EL CONDE DE TORREFIEL (ES)
(ES) La Plaza (90’)
replica

ore 21.30: Parco Albanese–Bissuola, Mestre

NOÉMIE GOUDAL / MAËLLE POÉSY (FR)
Anima (60’) prima it.

ideazione, regia NoémieGoudal, MaëllePoésy basato sull’opera Post Atlantica di NoémieGoudal
sospensioni - coreografia
Chloé Moglia
con
Mathilde Van Volsem
musiche originali composte e eseguite da
Chloé Thévenin
scene
HélèneJourdan
luci
MathildeChamoux
costumi CamilleVallat
stage manager
Julien Poupon
operatore suono
Samuel Babouillard
operatore video e luci
Pierre Mallaisé
realizzazione film NoémieGoudal, MaëllePoésy
con l’assistenza di
Claude Guillouard
sceneggiatura MylèneMostini
direttore della fotografia
Julien Malichier
operatoredigitale, calcolatore ottico
Alexis Allemand
assistente alla ripresa Julien Saez
effetti speciali
LéoLeroyer
comparse
Alexis Allemand, AménophisBoumMake, Georges Olivier, Claude Guillouard, MaëllePoésy, NoémieGoudal, Thomas Piffaut, GracielaWalinsky
il progetto è stato reso possibile grazie all’aiuto di ChristophWiesner e LesRencontres d’Arle
produzione ThéâtreDijonBourgogne,CDN,
produzione film e messa in scena Mondesnouveaux
coproduction
Compagnie Crossroad, Atelier NoémieGoudal,EspacedesArts, Scènenationale de Chalon-sur-Saône, L’Azimut - Pôle National Cirque en Île-de-France - Antony/Châtenay- Malabry
con il supporto di
Rhizome – Chloé Moglia, FONPEPS. ANIMA è stato creato per la 76edizione del Festival d’Avignon con il sostegno diKering Foundation,LesRencontres d’Arle
in collaborazione con Comune di Venezia / Cultura Venezia / Teatro del Parco

SABATO 24 GIUGNO

ore 18.00: Campo Sant’Agnese (fino all’1 luglio)

BIENNALE COLLEGE TEATRO – PERFORMANCE SITE SPECIFIC
Morana Novosel (HR)
vincitrice Biennale College Teatro – performance site specific 2024
Fluid Horizons prima ass.
di Morana Novosel
collaborazione disegno suono e luci BojanGagić
architetto e scenografoAna Dana Beroš
produzione La Biennale di Venezia

ore 18.00: luogo in via di definizione (fino all’1 luglio)

BIENNALE COLLEGE TEATRO – PERFORMANCE SITE SPECIFIC
Gaetano Palermo (IT)
vincitore Biennale College Teatro – performance site specific 2024
Swan prima ass.

ideazione, regia, costumi Gaetano Palermo
con
Rita di Leo
assistente alla regia Michele Petrosino
sound design Luca Gallio
produzione
La Biennale di Venezia

ore 20.00: Arsenale – Teatro alle Tese

BASHAR MURKUSANDKHASHABI ENSEMBLE - Palestine
Milk (80’) prima it.

di BasharMurkus e Kashabi Ensemble
ideazione, regiaBasharMurkus
con
SalwaNakkara, ReemTalhami, ShadenKanboura, SamaaWakim, Firielle Al Jubeh, SameraKadry, Eddie Dow
scenografia MajdalaKhoury
musiche originali
Raymond Haddad
drammaturgia
Khulood Basel
disegno luci, direzione tecnicaMuaz Al Jubeh
designoggetti scenici speciali
Khaled Muhtaseb
assistente alla regia Abed Al JubehproduzioneKhashabiTheatre – Khulood Basel 2022
co-produzione Festival d’Avignon, Théâtredes 13 vents Centre dramatiquenational de Montpellier, Théâtre de Liège, Romaeuropa Festival,  Palestinian National TheatreElHakawati (Gerusalemme), Culture Resource, Théâtre Jean-Vilar (Vitry-sur-Seine), Rosa Luxemburg Foundation, MoussemNomadicArts Centre (Bruxells), Compagnie Théâtre Alibi - Fabrique de Théâtre (Bastia)

ore 21.30: Parco Albanese – Bissuola, Mestre

NOÉMIE GOUDAL / MAËLLE POÉSY (FR)
Anima (60’) prima it.
replica

DOMENICA 25 GIUGNO

ore 18.00: Arsenale – Teatro alle Tese

BASHAR MURKUSAND KHASHABI ENSEMBLE - Palestine
Milk (80’) prima it.
replica

ore 20.00: Arsenale - Sala d’Armi

A BORIS NIKITIN (CH)
Versuch über das Sterben (55’) prima it.
Sul morire

regia, testo, performance
Boris Nikitin
sguardoesterno
Annett Hardegen, Matthias Meppelink, Kathrin Veser
produzione It’s The Real Thing Studios
coproduzioneKaserne Basel
con il sostegno di Theatre/Dance Committee of the Cantons of Basel-Land and Basel-Stadt

MARTEDÌ 27 GIUGNO

ore 20.00: Arsenale – Teatro alle Tese

BORIS NIKITIN (CH)
Hamlet (90’) – prima it.

ideazione, testo, regia Boris Nikitin
performance Julia*n MedingmusicheUzrukki Schmidt
ensemble barocco
Der musikalische Garten
sound design
Adolfina Fuck
video
Georg Lendorff, Kai Mayer
scenografie, costumi Nadia Fistarol
disegnoluci
BenjaminHauser
direttoretecnico Anahi Perez
direzione di produzione Annett Hardegen
produzione
It’s The Real Thing Studios
coproduzioneKaserne Basel, Gessnerallee Zürich, La Villette Paris, Onassis Center Athens, Ringlokschuppen Ruhr, MünchnerKammerspiele, HAU - Hebbel am Ufer Berlin, Wiener Festwochen
con il sostegno di
Theatre/Dance Committee of the Cantons of Basel-Land and Basel-Stadt, Ernst Göhner Foundation, Pro Helvetia, MigrosKulturprozent, Kunststiftung NRW

MERCOLEDÌ 28 GIUGNO

ore 16.00: Arsenale – Sala d’Armi

BIENNALE COLLEGE TEATRO DRAMMATURGIA 2022-2024
Stefano Fortin (IT)
vincitore Biennale College Teatro – Drammaturgia 2022-2024
Cenere

testo StefanoFortin
mise en lecture
Giorgina Pi
con Valentino Mannias, Giulia Weber, Giampiero Judica, Sylvia De Fanti, Alessandro Riceci
suono
Valerio Vigliar
produzione La Biennale di Venezia
segue
una conversazione con Stefano Fortin, Giorgina Pi, Davide Carnevali modera Andrea Porcheddu

ore 18.00: Misericordia di Venezia

ROMEO CASTELLUCCI (IT)
domani

concezione e direzione Romeo Castellucci
musica Scott Gibbons
con
Ana Lucia Barbosa
direzione tecnica Eugenio Resta
progetto sonoro Claudio Tortorici
oggetti di scena
Andrei Benchea
coreografia
Gloria Dorliguzzo
produzione Triennale Milano e Societas commissionata in occasione della 23a Esposizione Internazionale UnknownUnknowns. An Introduction to Mysteries (15 luglio – 11 dicembre 2022)

ore 20.00: Arsenale – Teatro alle Tese

BORIS NIKITIN (CH)
Hamlet (90’) – prima it.
replica

ore 20.30: Arsenale - Sala d’Armi

BIENNALE COLLEGE TEATRO DRAMMATURGIA 2022-2024

Carolina Balucani (IT)
vincitrice Biennale College Teatro – Drammaturgia 2022-2024
Addormentate

testo Carolina Balucani
mise en lecture
Fabrizio Arcuri
con
Vincenzo Crea, Federica Fresco, Andrea Palma, Maria Roveran
produzione
La Biennale di Venezia

segue
una conversazione con Carolina Balucani, Fabrizio Arcuri, Davide Carnevali modera Andrea Porcheddu

GIOVEDÌ 29 GIUGNO

ore 16.00: Arsenale – Sala d’Armi

BIENNALE COLLEGE TEATRO DRAMMATURGIA 2022-2024
Carolina Balucani (IT)
vincitrice Biennale College Teatro – Drammaturgia 2022-2024
Addormentate
replica

ore 18.00: Misericordia di Venezia

ROMEO CASTELLUCCI (IT)
domani
replica

ore 20.00: Arsenale – Tese dei Soppalchi

TOLJA DJOKOVIC / FABIANA IACOZILLI (IT)
En Abyme prima ass.

di ToljaDjokovic
regia Fabiana Iacozzilli
conSimone Barraco, Oscar De Summa, Francesca Farcomeni, Evelina Rosselli
e con Aurora Occhiuzzi
spazio scenico
Giuseppe Stellato
costumi
Chiara Aversano
disegno luci
Omar Scala
musica e disegno sonoro
Tommy Grieco
regia video
Raffaele Rossi, Nicolas Spatarella, Fabiana Iacozzilli
regista assistente Cesare Del Beato
assistente costumi Fabiana Amato
produzione
La Biennale di Venezia, Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini,Lac - Lugano Arte E Cultura, Elsinor Società Cooperativa Sociale, Cranpi

ore 20.30: Arsenale – Sala d’Armi E

BIENNALE COLLEGE TEATRO DRAMMATURGIA 2022-2024
Simone Fortin (IT)
vincitore Biennale College Teatro – Drammaturgia 2022-2024
Cenere
replica

VENERDÌ 30 GIUGNO

ore 18.00: Misericordia di Venezia

ROMEO CASTELLUCCI (IT)
domani
replica

ore 18.00: Arsenale – Tese dei Soppalchi

TOLJA DJOKOVIC / FABIANA IACOZILLI (IT)
En Abyme prima ass.
replica

ore 20.00: Teatro Piccolo Arsenale

TIAGO RODRIGUES (PT)
Catarina e a beleza de matar fascistas (150’)

testo, regia Tiago Rodrigues
con Isabel Abreu, AntónioAfonso Parra, Romeu Costa, António Fonseca, Beatriz Maia, Marco Mendonça, Carolina Passos-Sousa, Rui M. Silva
collaborazione artistica Magda Bizarro
scene
Fernando Ribeiro
luci
NunoMeira
costumi
José António Tenente
sound design, musiche originali
Pedro Costa
musiche nello spettacolo Hania Rani (BiesyeNow, Run), JoannaBrouk (The NymphRising, Calling the Sailor), Laurel Halo (Rome Theme III eHyphae),Rosalía (De Plata)
direzione coro, arrangiamenti vocali JoãoHenriques
voci fuori campo Cláudio de Castro, NadezhdaBocharova, Paula Mora, Pedro Moldão
coreografia Sofia Dias, VítorRoriz
coordinatore armi
David Chan Cordeiro
produzione
Teatro Nacional D. Maria II (Lisbona)
produzione esecutivaFestival d’Avignon
coproduzione
WienerFestwochen, Emilia Romagna TeatroFondazione (Modena), Théâtre de la Cité - CDN Toulouse Occitanie&ThéâtreGaronneScèneeuropéenne Toulouse, Festival d’Automne à Paris &ThéâtredesBouffesdu Nord, Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Comédie de Caen, Théâtre de Liège, Maison de la Culture d'Amiens, BIT Teatergarasjen (Bergen), Le Trident - Scène-nationale de Cherbourg-en- Cotentin, TeatreLliure (Barcellona),Centro Cultural Vila Flor (Guimarães), O Espaço do Tempo (Montemor-o- Novo)
con il sostegno diAlmeidaGarrettWines, CanoAmarelo, Culturgest

SABATO 1 LUGLIO

ore 18.00: Misericordia di Venezia

ROMEO CASTELLUCCI (IT)
domani
replica

ore 20.00: Teatro Piccolo Arsenale

TIAGO RODRIGUES (PT)
Catarina e a beleza de matar fascistas (150’)
replica

BIENNALE COLLEGE MASTERCLASS

14/06 - 21/06 ARMANDO PUNZO

15/06 - 01/07 ANDREA PORCHEDDU

15/06 - 21/06 MONICA CAPUANI /FRANCESCO MOROSI

19/06 - 22/06 FC BERGMAN

21/06 - 01/07 DAVIDE CARNEVALI

22/06 - 01/07 FRANCESCO MICHELI / RON HOWELL / DAVINIA RODRIGUEZ

23/06 - 01/07 ANGÉLICA LIDDELL

29/06>01/07 ROMEO CASTELLUCCI

Gli spazi della Biennale 2024

Gli spazi I Festival di Danza, Musica, Teatro coinvolgeranno tutta la città di Venezia. Dagli spazi storici dell’Arsenale (Teatro alle Tese, Tese dei Soppalchi, Sale d’Armi, Teatro Piccolo Arsenale) a Ca’ Giustinian, la Basilica di San Marco con la Cappella Marciana, il Teatro La Fenice, il Malibran e il Goldoni; dalla Biblioteca Marciana (Sala Sansoviniana) alla Scuola Grande di San Rocco (Sala Capitolare), alla Fondazione Ugo e Olga Levi (Sala Biblioteca); dall’Auditorium Lo Squero della Fondazione G. Cini al Conservatorio B. Marcello fino al Teatro del Parco a Mestre.

Cataloghi della Biennale Teatro, Danza, Musica

I cataloghi ufficiali realizzati per il 51. Festival Internazionale del Teatro, il 17. Festival Internazionale di Danza Contemporanea e per il 67. Festival Internazionale di Musica Contemporanea sono editi da La Biennale di Venezia e a cura dei Direttori dei tre Settori.
I tre cataloghi approfondiranno i temi, i protagonisti e gli spettacoli in cartellone dei tre Festival e presenteranno anche saggi critici, immagini e inedite illustrazioni. Nei tre cataloghi, saranno presentati i progetti dei giovani artisti che hanno partecipato ai bandi della Biennale College e che parteciperanno, ciascuno con il proprio programma, ai tre Festival di Danza, Musica e Teatro.

L’identità grafica del Settore Danza Musica Teatro è firmata dallo studio Headline, Rovereto così come il layout dei cataloghi della Biennale Danza 2022 e della Biennale Teatro 2022. Il progetto grafico del catalogo della Biennale Musica 2022 è di Nero Edizioni e le illustrazioni sono di Lucio Schiavon.

Biennale teatro Sede espositiva della Biennale Arte dell'Arsenale di Venezia

L'Arsenale, in seguito a un progetto di recupero importante, iniziò a ospitare la Biennale d'Arte dal 1980; negli anni inoltre lo spazio dell'Arsenale si è ingrandito aggiungendo sempre maggiori spazi: il Teatro alle Tese e il Teatro Piccolo Arsenale (2000), il Giardino delle Vergini (2009), le Sale d'Armi (2015).

Spazi espositivi dell'Arsenale per la Biennale d'Arte di Venezia

- Padiglione Italia
- Padigioni Nazionali
- Corderie
- Teatro alle Tese
- Teatro Piccolo Arsenale
- Giardino delle Vergini
- Sale d'Armi
- Artiglierie
- Ponte dei Pensieri
- Isolotto
- Gaggiandre
- Fonderie e Comparto Bombarde

Servizi dello spazio espositivo dell'Arsenale di Venezia

- Bar
- Ristorante
- Bookshop
- Infopoint
- Servizio guardaroba gratuito
- Noleggio gratuito passeggino
- Fasciatoio
- Spazio allattamento e pappa
- Spazio famiglie
- Non è consentito l’accesso con animali

Come raggiungere l'Arsenale di Venezia

Da Piazzale Roma e dalla Ferrovia l'Arsenale sud si raggiunge in vaporetto con le linee 4.1, 1 e fermata Arsenale o a piedi da Riva degli Schiavoni e dai Giardini (linea 6) in pochi minuti a piedi.
Da Rialto si arriva in vaporetto con le linee 1 con fermata Arsenale oppure 2 fino a San Marco e poi cambio linee da San Marco (vedi sotto).
Da Piazza San Marco si arriva in vaporetto con le linee 4.1, 1 con fermata Arsenale oppure a piedi lungo Riva degli Schiavoni in 15 minuti oppure con linea.

Storia della Biennale d'Arte

Nel 1890 Riccardo Selvatico (1849 – 1901), commediografo e poeta italiano, allora appena eletto sindaco di Venezia (1890 – 1895), in sinergia con altri esponenti culturali come il politico Antonio Fradeletto, il pittore Mario de Maria (1852 – 1924), iniziò a definire il progetto di una mostra d'arte contemporanea a cadenza biennale che potesse conferire a Venezia una centralità nel mondo e nel mercato dell'arte mondiale.

Con il sindaco precedente Lorenzo Tiepolo, grazie all'attivismo del Fradelettto e dell'assessore alla pubblica istruzione Giovanni Bordiga, futuro fondatore dello IUAV (1926) e primo presidente della Biennale d'Arte a non essere sindaco della città (1849 – 1901), fu organizzata la prima Esposizione nazionale di pittura e scultura nel 1887; questo evento fu il detonante per la creazione della futura Biennale d'Arte di Venezia.

Il Consiglio Comunale, presieduto dal Selvatico, deliberò nel 1893 l'istituzione dellEsposizione Biennale Artistica Nazionale da inaugurare il 22 aprile 1894. Ma mancando la sede espositiva si decise per i Giardini Napoleonici dove fu eretto il Palazzo dell'Esposizione su progetto dell'architetto Enrico Trevisanato, e intervento in facciata neoclassica del pittore veneziano Marius De Maria. Il Palazzo fu prima chiamato "Pro Arte", poi Palazzo Italia.
Le porte della I Esposizione Internazionale d'Arte della città di Venezia, alla presenza dei sovrani Umberto I e Margherita di Savoia, aprirono finalmente il 30 aprile 1895 a un pubblico che subito si dimostrò vorace d'arte tanto che la prima edizione arrivò a segnare il numero incredibile di 224 mila visitatori.

Durante le prime edizioni, e poi in parte fino agli anni Novanta del XX secolo, i partecipanti stranieri furono ospitati a Palazzo Italia. I primi a costruire il proprio padiglione furono i belgi con l'architetto Léon Sneyers nel 1907. Seguirono l'Ungheria (1909), la Germania (1909), la Gran Bretagna (1909), la Francia (1912), la Russia (1914) prima della pausa forzata durante la Prima Guerra Mondiale che fece saltare le due edizioni del '16 e '18. Prima però il Fradeletto ebbe il tempo di far togliere un Picasso dal Padiglione Italia (1914), Salone Spagnolo, per evitare - secondo lui - di turbare il pubblico.

Informazioni utili per la visita

Orari: dal 23 aprile al 25 settembre dalle 11 alle 19. Dal 27 settembre al 27 novembre dalle 10 alle 18. Solo Arsenale fino al 25 settembre: venerdì e sabato apertura prolungata fino alle ore 20 (ultimo ingresso: 19.45). Chiuso il lunedì (tranne i lunedì 25 aprile, 30 maggio, 27 giugno, 25 luglio, 15 agosto, 5 settembre, 19 settembre, 31 ottobre, 21 novembre)
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. Biglietto intero in rete € 25.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia


Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati