In Venice Today.com


In Venice Today.com





Padiglione Singapore alla 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione Singapore alla 58° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Singapore Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione di Singapore della 58° Biennale d'Arte - Arsenale, Castello - Venezia

(Foto: Song-Ming Ang, Recorder Rewrite, 2019. Film still. Film still courtesy of the artist.)

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Singapore alla 58° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione Singapore sarà Music For Everyone: Variations on a Theme.

Espositore:
Song-Ming Ang.
Curatore:
Michelle Ho.
Commissario:
Rosa Daniel, Chief Executive Officer, National Arts Council (NAC).
Sede:
 Arsenale

Comunicato Stampa del Padiglione Singapore della 58° Biennale di Venezia

L'artista Song-Ming Ang rappresenterà Singapore alla 58. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia. La sua presentazione, Musica per tutti: Variazioni su un tema, esplora la miriade di modi in cui le persone si relazionano alla musica, a livello personale e sociale, e in che modo la musica può influire sul senso di agire. Commissionato dal National Arts Council di Singapore, la presentazione multidisciplinare comprende film, stampe digitali, sculture e striscioni, e sarà esposta nell'edificio Sale d'Armi dell'Arsenale dall'11 maggio al 24 novembre 2019.

Ang è un artista contemporaneo le cui opere concettuali esaminano gli aspetti sociali del suono e della musica, colmando vari campi creativi tra cui le arti visive, la musica sperimentale e la cultura popolare. La sua pratica attraversa anche una varietà di media, che vanno dal video e performance, all'installazione e all'arte partecipativa.

La presentazione per la Biennale fa riferimento a una serie di concerti musicali, intitolati Music for Everyone, organizzati negli anni '70 dall'allora Ministero della Cultura di Singapore, per promuovere l'educazione e l'apprezzamento della musica classica occidentale e per promuovere un senso di identità nazionale. Le opere presentano un contrappunto alle forme di musica prescritte dallo stato e alle nozioni comunemente tenute in materia di arte. Attingono a principi di musica sperimentale e arte concettuale per mostrare in modo giocoso ma persuasivo come l'arte possa essere creata da chiunque utilizzi idee semplici e tecniche elementari.

Al centro della presentazione c'è una nuova installazione cinematografica a tre canali, Recorder Rewrite. Presenta il registratore, uno strumento musicale che è stato una parte duratura del curriculum di educazione musicale di Singapore dagli anni '70. Girato alla Singapore Conference Hall, un punto di riferimento culturale della moderna Singapore e sede originale dei concerti di Music for Everyone, il film presenta bambini provenienti da diversi background culturali e musicali che eseguono una composizione propria, seguendo un seminario sugli esercizi di improvvisazione e usi non convenzionali del registratore.

La presentazione include anche semplici sculture di registratori impilati assemblati dai registratori utilizzati nel film, così come collage di carta per manoscritti musicali. Una selezione dei poster dei concerti di Music for Everyone è stata ricreata anche come una serie di banner in tessuto e acquerelli su carta. Nel creare questo corpo di nuove opere, Ang ha impiegato tecniche e materiali familiari per l'uomo, enfatizzando l'artigianato e lo spirito del dilettantismo in contrasto con la visione formale e guidata dallo stato di Music for Everyone.

La curatrice del padiglione, Michelle Ho, dice: "Molti singaporiani avrebbero incontrato il registratore come parte della loro educazione musicale iniziale, che è stata modellata su un programma britannico a causa di un'eredità coloniale. Sembra che lo strumento abbia lasciato un'impressione indelebile su molte persone, dall'Europa al Sud America. Speriamo che attraverso Recorder Rewrite, possiamo condividere con un nuovo pubblico da tutto il mondo, un'esperienza singolarmente singaporiana, ma che potrebbe anche risuonare con loro a modo loro ".

Sull'ispirazione per il suo nuovo corpo di lavoro, Ang dice: "A parte il bello, l'estetica anni '70 dei poster originali dei concerti, sono rimasto molto incuriosito da ciò che si poteva dedurre dai programmi e dagli artisti e da come rifletteva l'agenda dello stato in termini di costruzione della nazione e politica estera. Anche i luoghi, i prezzi dei biglietti e gli sponsor formano un'affascinante foto di Singapore in quel momento. "

Rosa Daniel, Chief Executive Officer, National Arts Council, afferma: "La Biennale di Venezia continua ad essere la piattaforma principale per gli artisti di Singapore per distinguersi sul palcoscenico globale, ampliare le loro prospettive e costruire legami significativi con i loro colleghi internazionali. Non vediamo l'ora di vedere i vari componenti di Music for Everyone: le variazioni su un tema prendono forma per raccontare la storia dell'educazione artistica e musicale di Singapore ".

L'inaugurazione ufficiale del Padiglione di Singapore si terrà giovedì 9 maggio 2019. Un catalogo della mostra sarà pubblicato per il lancio del padiglione, con saggi curatori del Goldsmiths Center for Contemporary Art e autore Natasha Hoare, direttore di Kunstnernes Hus Anne Hilde Neset, assistente curatrice dell'Istituto di arti contemporanee Singapore Melanie Pocock, docente senior presso la Royal Holloway, Università di Londra e etnomusicologo Tan Shzr Ee, e artista e autore Patrick J. Reed.

Il padiglione è commissionato dal Consiglio Nazionale delle Arti e sostenuto dal Ministero della Cultura, della Comunità e della Gioventù, Singapore e dalla Scuola di Arte, Design e Media, Nanyang Technological University.

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: aav@labiennale.org
Sito web: Biennale di Venezia

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati