In Venice Today.com


In Venice Today.com





Padiglione Mozambico della 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione del Mozambico alla Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Mozambico Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione del Mozambico della 58° Biennale d'Arte - Palazzo Mora, Strada Nova, 3659, Canaregio - Venezia

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Mozambico della 58° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione del Mozambico è The Past, the Present and The in Between.

Artista: Gonçalo Mabunda, Mauro Pinto, Filipe Branquinho.
Curatore: Lidija K. Khachatourian.
Commissario: Domingos do Rosário Artur.
Sede: Palazzo Mora, Strada Nova, 3659
Web: Mozambique Pavilion

Comunicato Stampa Padiglione Mozambico della 58° Biennale d'Arte di Venezia

. Il padiglione del Mozambico Ŕ dedicato alla sua storia recente e al suo passaggio doloroso attraverso la guerra civile che ha occultato gli anni tra il 1976 e il 1992.

Questo viaggio lungo il passato di Momzambique, attraverso una visione dell'arte contemporanea, Ŕ stato realizzato grazie al talento e alle opere di tre artisti che sono cresciuti nel periodo post-coloniale. Gonšalo Mabunda, Mauro Pinto e Filipe Branquinho hanno sviluppato per questa mostra diversi concetti di arte che si fondono nella domanda unica su come il potere politico oggi possa influenzare negativamente la gente del Mozambico. In questo modo lo spettatore sarÓ mosso dagli spazi e lavora per creare un'intensa riflessione sulla corruzione, l'ingiustizia sociale e la violenza che vanno oltre una semplice esperienza di arte estetica.

L'arte contemporanea del Mozambico continua cosý a essere un veicolo di messaggio sociale importante come lo Ŕ sempre stato dall'epoca coloniale e dal decennio dopo l'indipendenza, quando ben conosciuti artisti del paese hanno cominciato a usare la loro arte per produrre un processo critico per il politico processi che stavano avvenendo.

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.5218704
E-mail: aav@labiennale.org
Sito web: Biennale di Venezia

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati