In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano


In Venice Today.com
PortuguêsDeutschFrançaisEspañolEnglishItaliano



Booking.com

Padiglione Islandese, Islanda alla 58° Biennale di Venezia

Il Padiglione Islandese, Islanda alla 58° Biennale d'Arte di Venezia: gli artisti del padiglione, le opere, gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e la sede espositiva.

Padiglione Islandese, Islanda Biennale d'Arte 2019 a Venezia
Padiglione Islanda della 58° Biennale d'Arte - Spazio Punch, Giudecca 800, Dorsoduro - Venezia

Mostra in corso dal 11 maggio al 24 novembre 2019

La 58° Biennale d'Arte aprirà al pubblico l'11 maggio 2019. Ma a partire da pochi giorni prima dell'apertura vi saranno le varie vernici ed eventi collaterali che sempre animano improvvisamente la vita artistica veneziana. Il titolo dell'edizione 58 della Biennale d'Arte è May You Live In Interesting Times ossia "Possa tu vivere tempi interessanti".

Gli artisti invitati a esporre alla 58° Biennale d'Arte di venezia sono 79, con una prevalenza femminile. Tra loro i 2 italiani Ludovica Carbotta e Lara Favaretto. La prima realizzerà un'opera site specific a Forte Marghera, all'interno dell'edificio noto come Polveriera austriaca.

Vai alla pagina della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Vai alla pagina degli Artisti della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Padiglione Irlanda alla 58° Biennale D'Arte di Venezia

Titolo della mostra al Padiglione Islanda sarà Chromo Sapiens – Hrafnhildur Arnardóttir / Shoplifter.

Artista: Hrafnhildur Arnardóttir / Shoplifter.
Curatore: Birta Gudjónsdóttir.
Commissario: Eiríkur Þorláksson, Icelandic Ministry of Education, Science and Culture.
Sede: Spazio Punch, Giudecca 800

Comunicato stampa del Padiglione Islanda della 58° Biennale d'Arte di Venezia

Lavorando con il curatore Birta Gu�j�nsd�ttir, Hrafnhildur Arnard�ttir / Shoplifter user� capelli, il suo materiale di fabbrica, per creare un ambiente multisensoriale su larga scala.

La rappresentanza islandese del 2019 a Venezia occuper� un ex magazzino della Giudecca trasformandolo in un ambiente immersivo e cavernoso dove colore, suono e trame irresistibili guideranno i visitatori attraverso un viaggio che mira ad aumentare la loro sensi e consapevolezza.

Chromo Sapiens � un'opera viscerale: evoca il desiderio di tornare alla natura in un moderno cultura che � sopraffatta da questioni artificiali. Accompagnato da uno speciale lavoro commissionato dal gruppo metal islandese HAM, a cui alluder� l'installazione strutture organiche che vanno dalla microscopica alla pi� grande scala di forme naturali, come il visitatore � avvolto in un'esperienza psichedelica e surreale.

L'opera di Shoplifter si trova nel regno tra arti visive, performance e design, ed � ancorato nel fascino della cultura pop e della produzione di massa tanto quanto in lei cultura nordica della patria, arte popolare, artigianato e tessuti. L'artista esplora la societ� l'ossessione per l'abbellimento giustapposta al suo fascino per il grottesco. Le installazioni del taccheggiano oscillano tra gli estremi dell'essere seducenti e seducenti, eppure inquietanti.

Shoplifter e Birta Gu�j�nsd�ttir hanno gi� collaborato in tre di Shoplifter progetti commissionati su larga scala dalla serie Nervescape, uno per il Centro Culturale Havremagasinet a Boden, in Svezia (2012), uno al Momentum 8 - Biennale Nordica di Arte Contemporanea a Moss, Norvegia (2015) e, pi� recentemente, a la National Gallery of Iceland, Reykjavik (2017).

Sulla loro collaborazione, la curatrice Birta Gu�j�nsd�ttir osserva "La grande scala di Shoplifter le installazioni sono state estremamente ben accolte dal pubblico e dalla critica per oltre un decennio.
Ha sviluppato modi unici di lavorare con il tessile nello spazio ed � molto eccitante collaborare con lei mentre intreccia gli ospiti al padiglione islandese in un multi-livello e esperienza multidimensionale sensoriale, emotiva e intellettuale. "

L'Islanda ha partecipato alla Biennale di Venezia dal 1960 e, dal 2005, al Il padiglione islandese � stato commissionato dal Icelandic Art Center di Reykjavik. Bj�rg Stef�nsd�ttir, direttore dell'Islandic Art Center, afferma: "La Biennale di Venezia � la pi� antica e pi� importante biennale d'arte del mondo e la solida partecipazione dell'Islanda in tutti questi anni rappresenta un'opportunit� chiave per collegare l'arte abbondante islandese scena con il panorama internazionale. Siamo entusiasti di partecipare a questo importante evento di commissionando il nuovo progetto di Shoplifter. "

L'installazione sar� accompagnata da un catalogo pubblicato nel formato di un doppio vinile, comprendente l'opera sonora appositamente commissionata dalla banda islandese HAM, e registrazioni di saggi di Hilton Als, Timothy Morton e Oddn� Eir �varsd�ttir.

Artista

Hrafnhildur Arnard�ttir / Shoplifter (nato nel 1969) � un artista islandese che � stato basato a New York dal 1994. Negli ultimi 15 anni ha esplorato in modo estensivo il simbolico natura dei capelli e il suo potere visivo e artistico. Lavorare con entrambi sintetici e naturali capelli, crea sculture, murales e installazioni site specific che esplorano temi di vanit�, immagine di s�, moda, bellezza e mito popolare.

I principali progetti di Shoplifter includono un'installazione di finestre commissionata nel 2008 dal MoMA, New York, in collaborazione con il collettivo artistico a.v.a.f., cos� come la Biennale di Liverpool in nel Regno Unito nel settembre 2010. Il copricapo che ha creato per Bj�rk sulla copertina del suo album Med�lla nel 2004 � stato presentato al MoMA di New York come parte della retrospettiva di Bj�rk nel 2015. Nel 2011 Shoplifter ha ricevuto il Nordic Award in Textiles con un grande assolo mostra al Museo del Tessuto di Bor�s, Svezia. Nello stesso anno � stata premiata con il Medaglia del principe Eugenio per la realizzazione artistica del re e della corona reale di Svezia. Per ulteriori informazioni: http://www.shoplifter.us/

Curatore

Birta Gu�j�nsd�ttir (nato nel 1977), � un curatore islandese con sede a Reykjavik e Berlino. A partire dal 2014 - 2018 ha ricoperto la carica di Chief Curator presso la National Gallery of Iceland, Reykjavik. Ha co-curato Momentum 8 - Biennale nordica di arte contemporanea, in Norvegia, a 2015 ed � stato anche un curatore ospite della Triennale di arte nordica al Museo d'arte di Eskilstuna, Svezia nel 2013. Gu�j�nsd�ttir ha curato in modo indipendente pi� di venti mostre nelle citt� come Basilea, Berlino, Boden, Copenaghen, Oslo, Melbourne, New York e St. Pietroburgo, cos� come nella maggior parte dei musei d'arte e spazi d'arte in Islanda.

Altre istituzioni con cui ha lavorato in passato includono The Living Art Museum, Reykjavik (regista, 2009-2011); spazio espositivo 101 Projects, Reykjavik (direttore artistico, 2008-2009); MuHKA; Museo di arte contemporanea di Anversa, in Belgio (assistente curatore, 2008); Collezione SAFN di arte contemporanea, Reykjavik (curatore, 2005-2008) e avendo partecipato alla piattaforma curativa nordica del Baltico, avviata da FRAME, Finlandia; il programma intensivo curatoriale di ICI: Independent Curators International, New York; e The Cornwall Workshop, organizzato da Tate St. Ives.

Islandic Art Center

Con sede a Reykjavik, l'Icelandic Arts Centre (IAC) � dedicato alla promozione dell'islandese arti visive a livello internazionale. Affiliato con il Ministero dell'Istruzione, della Scienza e dell'Islanda Cultura, la IAC rafforza le reti tra la scena delle arti visive in Islanda e il sfera culturale globale. Attraverso finanziamenti e assistenza logistica, IAC assiste l'islandese artisti e professionisti dell'arte nella produzione di progetti all'estero e facilita la cooperazione con associazioni, organizzazioni e imprese pubbliche e private in tutto il mondo.

L'islandese Art Center (IAC) � il commissario del padiglione islandese alla 58.ma internazionale Mostra - La Biennale di Venezia per conto del Ministero dell'Istruzione islandese, Scienza e cultura. www.icelandicartcenter.is

Orari: Giardini dalle 10.00 alle 18.00. Arsenale dalle 10.00 alle 18.00 (dalle 10.00 alle 20.00 il venerdì e il sabato fino al 30 settembre). Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre).
Biglietti: si invita a visitare il sito ufficiale. In rete € 21,50 fino al 31 marzo 2019.
Telefono: +39.041.5218711; fax +39.041.2728329
E-mail: [email protected]
Sito web: Biennale di Venezia


Contatti - Progetto In Italy Today - Politica sulla riservatezza - Cookie Policy

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati