In Venice Today.com


In Venice Today.com





Booking.com

Fondazione e Museo Pinault a Punta della Dogana di Venezia

La Fondazione e Museo Pinault alla Punta della Dogana di Dorsoduro Venezia: la storia, gli orari, i contatti, il costo e l'acquisto dei biglietti e le informazioni utili per la visita.

Fondazione Pinault Punta della DOgana Venezia Fondazione Pinault - Punta della Dogana, Dorsoduro - Venezia

(Foto: Punta della Salute, Venezia. Autore: Roberto Catullo)

La Fondazione Pinault sfrutta gli spazi, dati in concessione per decenni, di Punta della Dogana di fronte a Piazza San Marco e a fianco della Basilica della Salute. La sede, dopo un restauro affidato all'architetto Tadao Ando, dal giugno 2009 presenta alla città di Venezia mostre d'arte contemporanea, spesso sfruttando anche la grandezza della Collezione Pinault che comprende ormai più di 3 mila opere d'arte.

Storia di Punta della Dogana

Il complesso architettonico di Punta della Dogana fu realizzato su progetto dell'architetto Giuseppe Benoni e terminato nel 1682, circa cinque anni prima dell'adiacente Basilica della Salute. Sulla zona, per la sua specifica posizione geografica in città, venivano già stoccate, a partire dal XV secolo, le merci in arrivo dal traffico mercantile con l'Oriente; un punto doganale insomma che presto richiese la costruzione di uno spazio coperto per uno stoccaggio corretto delle preziose merci. Qui venivano svolte le operazioni connesse ai dazi e ai noli, qui si trovavano gli uffici per il pagamento delle tasse doganali delle merci le quali, una volta pagate le imposte richieste, prendevano la via dei vari fondaci della città come il Fontego dei Tedeschi o il Fontego dei Turchi.

L'attività doganale de Punta della Dogana proseguì fino agli anni ottanta del Novecento quando il complesso iniziò a conoscere un periodo di abbandono interrotto dopo circa 20 anni dal concorso indetto dal Comune per l'assegnazione del recupero dell'area.

La Fondazione Pinault, in capo al magnate della moda francese François Pinault, vinse allora la gara indetta dal Comune e, dopo un restauro su progetto dell'architetto Tadao Ando, nel giugno 2009 aprì alla città di Venezia un altro importante contenitore d'arte contemporanea.

Architettura di Punta della Dogana

L'area è caratterizzata dalla presenza della Fabbrica della Salute, dall'edificio del seminario patriarcale, e dalla Punta della Dogana.

L'edificio della Dogana ha una bella pianta triangolare, che segue la morfologia delle rive del Canale della Giudecca e del Canal Grande, ed è caratterizzato, sul lato prospiciente il Bacino San Marco, dalla presenza di una torre che è sormontata da un gruppo scultoreo raffigurante due Atlanti che sorreggono la Palla D'Oro - una sfera in bronzo dorato - in cima alla quale ruota una statua della Fortuna che indica la direzione del vento.
La statua della Fortuna, conosciuta come Occasio, è opera di Bernardino da Lugano.

Guarda il Video della Fondazione Pinault


Come raggiungere la Fondazione Pinault di Punta della Dogana

In vaporetto prendere la linea 1 con fermata alla Salute.
La Fondazione Pinault si trova alla Punta della Dogana a fianco della Chiesa della Salute.

Orari: aperto dalle 10 alle 19. Chiuso il martedì. Ultimo ingresso alle 18.
Biglietti: Punta della Dogana + Palazzo Grassi: intero € 18; ridotto € 15. Gratuito per minori di 11 anni.
Telefono: +39.041.2401308
Sito Web: Palazzo Grassi



In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati