In Venice Today.com


In Venice Today.com





Museo del Merletto a Burano, Venezia

Il Museo del Merletto a Burano, isola della laguna di Venezia: la storia, gli orari, i contatti, il costo e l'acquisto dei biglietti e le informazioni utili per la visita.

Museo del Merletto Burano VeneziaMuseo del Merletto - Isola di Burano, Piazza Baldassarre Galuppi, 187 - Venezia

Il Museo del Merletto a Burano è ospitato all'interno della Scuola dei Merletti aperta dal 1872 per volontà della contessa Andriana Marcello.
Il Museo fa parte del circuito dei Musei Civici Veneziani e organizza saltuariamente mostre durante l'anno.

L'itinerario museale espone più di duecento esemplari appartenuti un tempo alla storica Scuola dei Merletti ma dà anche la possibilità di apprezzare visivamente la tecnica di realizzazione del famoso merletto di Burano; tutte le mattine infatti sono presenti nel museo le merlettaie ancora attive in laguna che danno al visitatore un assaggio dal vero di quella che è la raffinata tecnica di lavorazione di questo prezioso manufatto.

Il Museo del Merletto ospita anche reperti databili tra il XVI al XX secolo, tutti di fattura originale veneziana, e un archivio che rimane a disposizione degli studiosi, ricco di documentazione storica, con disegni e fotografie di varie epoche.

L'itinerario, disposto su due piani, si compone oltre ai reperti anche di infomazioni didascaliche e materiali multimediali a completare un percorso ricco di fascino e quanto meno originale per il visitatore che scelga per una tappa anche il Museo del Merletto di Burano tra i musei presenti in laguna.

Così il visitatore, attraverso quattro sale ricche di reperti poste al primo piano, può viaggiare nel tempo conoscendo l'influsso di quest'arte sui costumi e sulle mode, sull'economia e sulla storia di Venezia e delle sue isole; una storia che in certe epoche, soprattutto nel Seicento, divenne europea poiché il merletto di Burano era al tempo in auge in tutte le corti europee e non solo, tanto da essere copiato in Francia alla corte del Re Sole in un determinato periodo storico.

Le sale al piano superiore sono organizzate secondo un percorso cronologico che copre un arco di tempo che va dal XI secolo, quando il merletto aveva ancora forti influssi bizantini ossia egei, fino alla crisi che quest'arte conobbe sul finire dell'Ottocento e nel corso del Novecento, caratterizzato dagli sforzi per preservarne i riti e le tecniche.

Ad ogni epoca il suo punto: se nei primordi s'ipotizza l'uso del bizantino punto bibila, già nel Cinquecento sono molti i punti che contemporaneamente sono usati per confezionare i pizzi che ornano gli abiti degli aristocratici di ogni dove. In questo periodo inoltre, con la nascita della stampa, sono molte le edizioni di modellari, ossia di disegni per merletti e ricami stampati dalle tipografie dell'epoca.

Ma è nel Seicento, con l'utilizzo del punto Venezia tagliato fogliame ad alto rilievo, che il merletto lagunare esplode commercialmente raggiungendo costi impegnativi anche per i ricchi aristocratici della società cortigiana europea. Un fenomeno di costume capace d'inglobare le tendenze artistiche del tempo: durante il Barocco includendo specie vegetali e animali e successivamente motivi orientali provenienti dall'India.

Del Settecento è la nascita del punto Burano che caratterizzò la produzione per l'ultimo periodo in cui questa si poté chiamare tale, prima dell'Ottocento, secolo del declino inesorabile del merletto, dovuto molto al cambio culturale portato dalla Rivoluzione Francese, alla nascita della borghesia e del mondo moderno.

Storia

Fu la contessa Andriana Marcello a volere l'apertura della Scuola dei Merletti a Burano; perché un patrimonio di conoscenza che avesse una tale importanza storica e tecnica non fosse dissipato per sempre.

Chiusa la scuola nel Novecento fu la fondazione intitolata alla contessa e l'impegno pubblico e politico a salvare l'arte del merletto dall'oblio a cui era destinata con l'apertura del museo e il conivolgimento diretto delle poche merlettaie ancora attive sull'isola di Burano.

Il Museo del Merletto entrò quindi dal 1995 a far parte del circuito dei Musei Civici veneziani, assicurandosi in tal modo un posto nell'itinerario culturale lagunare di Venezia.

Come arrivare al Museo del Merletto

- Da Piazzale Roma prendere la Linea 41 e scendere alla fermata Fondamente Nove. Qui cambiare con la linea Burano.
- Dalla Stazione Ferroviaria di Venezia Santa Lucia prendere la Linea 41 e scendere alla fermata Fondamente Nove. Qui cambiare con la linea Burano.
- Dal Lido di Venezia prendere la Linea 51 fino a fermata Fondamenta Nuove, quindi cambio con la linea Burano.

Guarda il Video dei Musei Civici del Museo del Merletto

Orario: dal 1 novembre al 31 marzo dalle 10.00 alle 17.00 (biglietteria dalle 10.00 alle 16.30). Dal 1 aprile al 31 ottobre dalle 10.00 alle 18.00 (biglietteria dalle 10.00 alle 17.30). Chiuso lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio e 1 maggio.
Biglietti: intero € 5 euro; ridotto € 3.50 (ragazzi da 6 a 14 anni; studenti dai 15 ai 25 anni; accompagnatori di gruppi di ragazzi o studenti (max. 2); cittadini over 65; personale del Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo (MiBACT); titolari di Carta Rolling Venice; soci FAI).
Gratuito per residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini da 0 a 5 anni; membri I.C.O.M.; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate e interpreti turistici che accompagnino gruppi o visitatori individuali; per ogni gruppo di almeno 15 persone, 1 ingresso gratuito (solo con prenotazione); partner ordinari MUVE; possessori MUVE Friend Card.
Accessibilità: completamente accessibile ai disabili.
Informazioni e prenotazioni: info@fmcvenezia.it; call center 848082000 (dall’Italia); il servizio è attivo dal lunedì al venerdì con orario dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14.00 alle 18.00; il sabato dalle 9.00 alle 14.00; chiuso nelle giornate festive.

In Venice Today è aggiornato ogni giorno

© In Venice Today
Tutti i diritti riservati